Fastidio lombare e contrazione muscolare

gentili medici buonasera,avrei bisogno di una vostra opinione riguardo sintomi che ho iniziato ad accusare circa 2 mesi fa,a seguito di una forma virale intestinale (disbiosi)ho iniziato ad avvertire andando in palestra ,una forma di leggera stanchezza con una forte sudorazione,questo è durato circa una settimana,al seguito ho iniziato ad avvertire nella spinta con manubri (pettorali) una sensazione di blocco/contrattura esattamente nella muscolatura del tricipite dietro i gomiti,poi mi è capitato di fare le scale in salita e sentira la stessa sensazione in entrambe le gambe tra i glutei e i femorali,preoccupato ho fatto visita medica senza nessuna indicazione se non che essendo ansioso e nell ultimo periodo molto stressato i muscoli riflettevano la mia tensione mentale..comunque il 22 di marzo ho fatto analisi ematiche generali ,tutte nella norma comprese PCR VES ed elettroliti con valori giusti,poi ho escluso dalla mia dieta il glutine poichè un altro medico mi disse che potevo essermi sensibilizzato ed avermi potiuto procurare infiammazione a livello muscolare e almeno a livello intestinale sono stato meglio ,inoltre non ho piu avuto nello specifico la sensazione di blocco/contrattura in particolare dove le avvertivo dietro gomiti,sotto i glutei e anche al livello di ginocchia localizzato anche li come contrazione eccessiva un paio di volte mi è capitato di alzarmi dalla sedia e sentirmi cosi,nell utlimo mese non ho piu avvertito sintomi in questi punti localizzati ma avverto ancora anche se di meno nell allenamento una maggiore facilita dei muscoli a rimanere piu gonfi e contratti,mi domandavo se secondo voi questo quadro sintomatologico possa dipendere da uno schiacciamento/piccola enria al livelllo lombare dato che nell ultimo mese avverto fastiodio soprattuto al lato sinistro del collo e senso di minore stabilita nel camminare (cme se fosse piu snodato) seppur lieve la sensazione e non sempre presente ,l unica cosa è che non avverto alcun minimo dolore alla schiena ,solose fletto il busto in avanti sento un po tirare in un punto del lombare in basso a sinistra.In ultimo mi sono fatto una "chiacchierata"con un il mio vecchio medico pediatra data la fiducia che ripongo in lui ma non crede nemmeno lui che i miei sintomi indichino patologie di nessun tipo se non stress emotivo,io temevo fosse qualche cosa di autoimmune o miopatie di qualche tipo ma per ora nessuno ha minimamente preso verosimile una cosa del genere.Voi cosa ne pensate?io per sicurezza fare ulteriori analisi con LDH VES PCR elettroliti e CPK ,a meno che non sia qualche cosa dovuto appunto all ipotes i lombosacrale.Grazie dell attenzione ,un saluto.
[#1]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Gentile signore
la sintomatologia da lei descritta e' troppo generica, diffusa e aspecifica per poterla imputare ad un'ernia del disco lombare.
Senta in primo luogo il suo medico generico e se vuol fare una valutazione dedicata alle sue attivita' atletiche consulti un medico sportivo.
Cordialita'
Dr.A.Valassina

Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio,secondo lei i mie sintomi potrebbero essere cmq associabili a eventuali malattie autoimmuni?io per sicurezza ho eseguito analisi con LDH CPK e di nuovo VES elettroliti e PCR fatte 2 mesi fa insieme ad altri valori nella norma,grazie ancora buona serata
[#3]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Sulla base di questi dati e' impossibile fare valutazioni di qualsiasi tipo. In ogni caso lascerei da parte preoccupazioni di questo genere cercando di fare autodiagnosi improbabili ricorrendo a Internet. Forse e' il caso di riflettere un poco sull'atteggiamento ipocondriaco che lei ha nei confronti di se' e della vita e lavorare su questi aspetti magari con un sostegno psicologico.
Su MI tra l'altro abbiamo ottimi professionisti che le possono dare suggerimenti e informazioni in questo senso.
[#4]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio molto per l accurata risposta,per quanto riguarda l aspetto psicologico sono 4 anni che mi faccio seguire da una neuropsichiatra ma nell ultimo anno sembra che non abbia più quel certo effetto positivo che aveva nei primi 2 anni,perciò sto valutando.Le analisi eseguite hanno riportato un valore di CK-NAC a 222 riferimento <171 mentre LDH 138 riferimento 135-225,VES 3 riferimento fino a 15 , PCR 4.4 riferimento 0-10 ed elettroliti nella norma,secondo lei nel mio caso è piu utile un reumatologo o un ortopedico?perchè avverto un forte fastidio come di tensione dietro il collo parte sinistra che scende fino ai lombari anche se è come se mi sentissi piu snodato,di nuovo grazie e buon lavoro.
[#5]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Il medico di riferimento per le problematiche articolari puo' essere un reumatologo. Per l'aspetto psicologico, considerato il supporto ridotto dell'ultimo anno, se lei lo ritiene, possiamo chiedere ai colleghi dell'area PSI qui su MI la disponibilita' ad aiutarci con ulteriori informazioni. Che cosa ne pensa?
[#6]
dopo
Utente
Utente
Guardi la ringrazio moltissimo per la sua attenzione,per l aspetto psicologico sono riuscito a trovare un nuovo professionista psichiatra psicoterapeta consigliatomi dal medico pediatra che mi conosce da quando sono piccolo ,ora sono orientato per questa scelta ,se non dovessi cominciare l approccio con questa persona mi farà piacere chiedere aiuto qui nel sito,grazie ancora

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa