Utente
Salve,

Circa tre anni fa ho avuto un primo trauma distorsivo da impatto mentre giocavo a calcio sul ginocchio destro. Dopo due giorni effettuai una risonanza con seguente responso:

-lca appare slargato e disomogeneo nella porzione craniale;
-ispessimento delle settature del corpo adiposo di hoffa;
-edema Intraspongioso del piatto tibiale;
-regolari altri legamenti e menischi;

Mi recai dall'ortopedico e dopo i test clinici giunse alla conclusione che il ginocchio era stabile, l'lca era sfilacciato ma consigliava una terapia conservativa. Inoltre c'era un danno piccolo nella parte vascolarizzata del menisco che sarebbe guarito spontaneamente. Feci 20 sedute di terapie, rinforzo muscolare e dopo 4 mesi sono tornato ad una normale attività. In questi anni nessun tipo di problema, nessun cedimento o gonfiore fino ad un mese fa.

Durante una partita in un movimento di rotazione interna (cambio di gioco nel calcio) ricevo una spinta il piede si blocca sul terreno e il ginocchio con il mio peso spinge verso la parte opposta. Fortissimo crack e ho sentito il femore muoversi nell'articolazione.
La mattina dopo risonanza con seguente esito:

-segnale di iperintensita lineare, a decorso longitudinale, a livello del corno anteriore del menisco esterno, che si estende fino alla superficie articolare, da riferire a lesione traumatica di terzo grado.
-lca risulta di spessore notevolmente disomogeneo ed ispessito, in rapporto a lesione completa

Per farla breve torno dall'ortopedico, il quale mi dice di aver scampato l'operazione di nuovo. Devo aspettare cicatrizzazione del lca e il menisco è uscito fuori. 15 sedute di terapia e nuova rm a fine di tutto (immagini non chiare per edema)

Consulto un secondo ortopedico che in alcune immagini vede un lca con buon segnale, in altre la situazione è dubbiosa. Mi consiglia nuoto e bicicletta e nuova rm, affermando che in caso di lesione lca confermata mi opererebbe vista l'età (quasi 30 anni). Inoltre valuterebbe un'ipotesi di sutura meniscale.

Ora a un mese dal trauma cammino bene, ma non posso fletterlo del tutto. A breve rifarò una rm.
Il test del cassetto ha evidenziato una leggere lassità, mentre tutti gli altri test indicano una condizione normale.

Vista la situazione così dubbiosa e il Fastidio in flessione sarebbe opportuna un'artroscopia con eventuale sutura e ricostruzione lca?

Grazie per l'attenzione e buon lavoro.

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Egr. signore da quanto descrive lei cosi attentamente e dettagliatamemte , dal referto che riporta la rmn mi sembra proprio che il suo sia " un ginocchio chirurgico" per dirla in gergo, ossia che sia nevcessario eseguire un intervento chirurgico quanto meno riguardo la rottura del menisco esterno.
Poi sul campo operatorio, valuterà il collega chirugo ortopedico se vi è stabilità o meno e se è da riparare anche il l.c.a. o meno.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente
Egr. Dottore grazie per la risposta e il chiarimento.
Le auguro buon lavoro.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente
Gent.mo dottore,

A distanza di un mese ho effettuato una nuova risonanza. Le trascrivo il referto:

-sottile fissurazione a decorso obliquo del corno posteriore del menisco laterale,
-focolaio osteocontusivo comparabile a lesione ossea del piatto tibiale posteriore,
-lesione grado rilevante lca mai completamente visibile nel decorso fisiologico, si consiglia valutazione clinica

Ieri ho giocato a racchettoni in spiaggia, sbagliando chiaramente, ma mi era passato di mente il problema, poiché da un po' l'articolazione era in buono stato. Da oggi si è leggermente gonfiato e sento dolore, oltre uno scrocchio alla parte laterale destra specie palpandola.

La presunta lesione ossea è grave?

In attesa di eventuale risposta porgo i più cordiali saluti e buon lavoro.

Grazie per l'attenzione

[#4]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Le ho già risposto cosa deve fare.
Consulti uno specialista ortopedico per un eventuale intervento chirugico di meniscetomia selettiva del menisco laterale .
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -