Utente 216XXX
Da qualche mese ho la fobia di stare fra la gente perchè ho paura che si possa vedere l'alone di sudore sul pantalone. Da premettere che non ho mai avuto problemi di sudorazione, non sudavo neanche quando facevo due ore di palestra!
Ogni volta che mi sento in imbarazzo o sono agitata per qualche motivo, anche futile, inizio a sudare!Le prime volte il sudore grondava sul viso, ora dal viso si manifesta sulle gambe e sul fondo schiena!Ancora prima di uscire di casa, al solo pensiero che possa sudare in mezzo alla gente, comincio a sentirmi con il pantalone umido!Sto sudando anche in questo momento, in cui sono da sola e sto descrivendo il mio problema,probabilmente perchè questa circostanza mi rende nervosa. Ho parlato di questo mio disagio con il medico di famiglia è mi ha consigliato una compressa da 0,25 mg di alprazolam, ma la situazione non è migliorata, anzi mi comporta un' eccessiva stanchezza e bisogno di dormire!
Penso che si tratti di una fobia ma rimando a voi un'analisi più competente e confido in Voi per una terapia efficace che mi liberi da questa situazione limitante e imbarazzante!
Grazie

[#1]  
Dr. Massimo Lai

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCIA (FR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

non si tratta tecnicamente di una fobia, comunque è possibile che le relazioni sociali siano fonte d'ansia per lei e all'origine del fenomeno che è più comune di quanto possa credere.

Normalmente l'alprazolam può dare sonnolenza quindi va evitato in situazioni di performance come guidare l'auto.

Esistono terapie più adatte al suo disturbo, ma prima bisognerebbe capirne la natura.

Dovrebbe cominciare con una visita da un collega

Cordiali saluti
Massimo Lai, MD

[#2]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
il mio consulto sarà diverso, ma, spero, complementare, a quello già dato a Lei dal Dottor Lai.

La sudorazione in tutte le persone può essere aumentata nei momenti di stress; alcune persone sono affette da "Iperidrosi" (sudorazione eccessiva) che può essere generalizzata o avere localizzazioni prevalenti

Dunque, con tutti i limiti del consulto via internet, vedo la possibilità che il problema possa essere, all'origine, non psichica, ma, come si dice "neuro - vegetativa": nell'alterazione del fisiologico funzionamento delle ghiandole sudoripare e delle vie nervose che le modulano.

L''iperidrosi è di solito di competenza dei chirurgi (ci sono alcuni più specializzati nell'ambito, di solito i chirurgi toracici). Non significa che la cura è sempre un intervento chirurgico.

Prima di scegliere ed intraprendere le cure è importante capire, assieme col Suo medico di base, la causa. Come ho già scritto, l'ansia può accompagnare la sudorazione eccessiva, ma non è detto che ne sia la causa. Fra alcune delle cause più diffuse dell'iperidrosi: iperattività della ghiandola tiroidea, sbalzi o livelli alti della glicemia. Le avete controllato?

Come psichiatra posso invece scriverle che alcuni psicofarmaci (ad esempio gli antidepressivi SSRI) e, ad esempio, i beta-bloccanti possono aumentare la sudorazione.
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei esprime innanzitutto una paura che fa riferimento poi alla sudorazione. Ovviamente se ci si preoccupa di qualcosa la soglia di "anormalità" si abbassa, per cui essere sudati anche se in Estate è vissuto in maniera anomala. In primo luogo andrebbe valutato il meccanismo mentale con cui produce queste paure, dopo di che il sintomo in sé può anche esserci, ma non va scambiato il problema per il sintomo a cui è rivolta la paura. In diversi disturbi d'ansia, compreso ad esempio quello di ansia sociale, durante l'esposizione o al solo pensiero compaiono sintomi e si muovono parametri come la sudorazione o la frequenza cardiaca, il tutto però in risposta ad uno stato di allarme.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
12% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Questo è un classico esempio di circolo vizioso (perìlapsis), in cui non possiamo sapere con certezza se sia stata l'ansia a provocare la sudorazione o viceversa.
Sembra comunque che si stia innescando un meccanismo fobico, senza che questo escluda che possa esservi una causa specifica dell'iperidrosi (p.e. ipertiroidismo).
I farmaci in genere non funzionano, tranne un po' il Bellergal ,che si trova in Svizzera o al Vaticano.
Forse ancora più utile è il Training Autogeno (esercizi di base più formule d'organo).
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#5] dopo  
Utente 216XXX

Gentili Dottori,
ringrazio Voi tutti per la cortese e celere risposta.
Vorrei essere più esaustiva nel descrivere il mio problema dicendovi che, le prime volte, mi sono accorta che sudavo ecciessivamente sul viso quando mi ritrovavo a parlare del mio datore di lavoro che mi aveva licenziato ingiustamente per non essere rientrata subito dopo la nascita del mio bambino. Successivamente ancora prima di parlare del mio datore pensavo che sicuramente parlandone avrei sudato e davvero finiva così. In seguito mi è sembrato che per mascherae il sudore sul viso,ovviamente visibile a tutti, si sia creato, inconsciamente, un meccanismo che abbia spostato il sudore dal viso alle gambe. Da quando o notato gli aloni sul pantalone la situazione è drasticamente peggiorata perchè, come Vi divevo nel precedente msg, al solo pensiero di stare con gli altri o di sudare fra la gente, comincio a sudare!
In attesa saluto cordialmente

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La descrizione conferma la prima, il primo aspetto che lei descrive è la preoccupazione. Faccia una valutazione psichiatrica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La descrizione conferma la prima, il primo aspetto che lei descrive è la preoccupazione. Faccia una valutazione psichiatrica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it