Utente
Buongiorno,
vorrei porre alla vs. cortese attenzione il mio caso:
Ho 27 anni e sono circa 4 anni che soffro di cefalea, sensazione d'instabilità.
Alla luce di numerose visite mediche neurologiche si dovrebbe trattare di cefalea tensiva.
Oltre alle visite neurologiche, dalle quali non è emerso mai nulla oltre alla suddetta diagnosi, ho fatto, nel corso degli anni, numerose altre visite brevemente elencate di seguito:

1. visita ortopedica: esito negativo.

2. visita gnatologica: riscontrata un leggero problema funzionale dell'ATM che sto correggendo con l'uso di un bite.

3. visita cardiologica: esito negativo.

4. RMN Encefalo con m.d.c.:
Tecnica SE, FSE, FLAIR, DWI
Esame eseguito Prima e dopo con mdc, come da richiesta.
Area sub-centimetrica fronto basale parasaggittale sinistra, verosimile esito gliotico-poroencefalico su base vascolare.
Studio in diffusione negativo.
Non patologico enhancement parenchimale dopo mdc.
Ventricoli cerebrali in asse.
Regolari gli spazi subaracnoidei.

Prima di quest'esame ne avevo fatto un'altro, sempre con mdc, dove veniva evidenziata una "zona subcentrimentica di alterato segnale..." CONFUSA da un NEUROCHIRURGO per una "cisti colloide del terzo ventricolo di 1 cm di diametro da operare quanto prima"

5. RMN Rachide Cervicale:
Tecnica FSE.
Minima scoliosi sn-convessa.
Regolari l'ampiezza del canale vertebrale ed il calibro del midollo spinale, quest'ultimo privo di aprezzabili alterazioni del segnale.
Circoscritta protusione discale posteriore mediana in C4-C5.
Minima procidenza discale in C5-C6.
Altra circoscritta protusione discale posteriore mediana in C6-C7.

6. visita per Fibromialgia: esito negativo.

7. visita oculistica:
miopia:
-6,60 occhio SX
-5,75 occhio DX
con uno 0,50 di astigmatismo per occhio.

8. visita presso Centro Cefalee:
Emicrania + Cefalea Tensiva
problematica che sto curando da oltre 3 mesi con LEVOBREN 25 mg. (1 cp. 30 minuti prima di pranzo e cena) e SIRDALUD 5 mg. (1 cp. prima di coricarmi).

Oltre a quanto esposto posso aggiungere di essere diventato leggermente ansioso (ad esempio se mi trovo in un posto facilmente raggiungibile da soccorsi mi sento a disagio).

Sono circa 6 mesi che sto prendendo farmaci;

Inizialmente, sotto prescrizione del NEUROCHIRURGO che voleva operarmi, ho fatto una prima cura durata circa 20 giorni:
SOLDESAM intramuscolo (una fiala al mattino);
Lyrica 75 mg. (1 cp. 2 volte al dì);
Arlevertan (1 cp. al giorno per la sensazione di instabilità)

Successivamente (a gennaio) ho iniziato la cura prescrittami dal centro cefalee (sopra riportata).

Alla luce di quanto riportato vorrei chiedere:
Dato che la cefalea è solo leggermente diminuita e mi porto dietro solo una serie di spiacevoli effetti collaterali (diminuzione della libido, senso d'intontimento perenne -come se stessi sempre per svenire - sempre se effetti collaterali sono...) secondo voi la cura che sto seguendo è giusta?
La mia sensazione di scarsa concentrazione è dovuta ai farmaci?

Grazie.

[#1]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

quale diagnosi psichiatrica è stata posta?
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#2] dopo  
Utente
Salve Dr. Garbolino,
io non ho proprio nessuna diagnosi psichiatrica perchè non mi sono MAI rivolto ad uno psichiatra.

Io desidererei sapere se le sensazioni d'intontimento che ho sono di competenza psichiatrica.

Grazie.

[#3]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

se lei si definisce ansioso, credo che il primo passo sia effettuare una consulenza specifica per dirimere la questione.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dr. Garbolino,

ipenso che la mia ansia sia dovuta al periodo di stress che sto passando da circa 6 mesi ad oggi.
Ma il mio problema è un'altro...
Lei pensa che i disturbi di cui sopra possano essere attribuiti agli effetti indesiderati che provocano i farmaci che sto assumendo o sono dovuti a qualche tipo di problema di carattere psichiatrico?

Cordialità

[#5] dopo  
Utente
Chiedo scusa ma c'è qualche Medico che può rispondere alle mie domande?

Cordialità.

[#6]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

diventa difficile rispondere senza una visita specifica.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio ancora Dr. Garbolino.

A risentirla.