Urofobia

Salve,
ho 46 anni, e da sempre ho avuto delle difficolta ad orinare in compagnia, oppure in ambienti dove non mi sentivo tranquillo, (sono una persona molto ansiosa e ipocontriaca) ho fatto un controllo completo da un urologo e tutto è perfetto.
Diciamo che con il passare degli anni viaggendo spesso, il problema era quasi completamente risolto, adesso da qualche settimana a causa di un grosso problema economico sono entrato in uno stato di ansia e depressione molto grave, questo problema mi ha fatto ripresentare il problema in forma ancora più grave di prima, cioè adesso a ho molte difficolta specialmente la mattina, per alleviare questo problema sto prendendo 2 compresse di XANAX al giorno, e ho iniziato a prendere da pochi giorno anche 6 gocce di ELOPRAM, ancora non ho visto grossi miglioramenti tranne lo XANAX che un po mi tranquillizza.

Grazie per la vostra attenzione
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.3k 1k 63
Gentile utente

La "vescica timida" è un disturbo molto frequente tra gli uomini e può essere trattata se crea disturbo consistente, cioè rischia di urinarsi addosso se non trova il giusto ambiente, diversamente il trattamento per il solo sintomo può non trovare indicazione.

In ogni caso la terapia prescritta farà il suo effetto dopo 4 settimane di trattamenti pieno.

Chi lo ha prescritto? Con quale indicazione?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
la cura mi e stata prescitta dal mio medico curante, anche se questa stessa cura mi era stata prescritta tempo fa da un pschiatra per problemi di acufeni. la cura con solo Elopram lo fatto per circa due anni e mi ha risolto anche il problema del colon irritabile, che purtroppo adesso e ricomparso anche questo.
Mi scusi una domanda la cura l'ELOPRAM può aiutarmi a orinare meglio dopo 4 settimane?
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.3k 1k 63
Gentile utente

È probabile che la natura ansiosa del disturbo possa essere trattata dal farmaco nel corso del tempo.

Il problema si instaura soprattutto nella problematica relativa all'atto della minzione in luoghi non tranquilli ed il trattamento farmacologico può essere non sufficiente alla modifica delle condizioni preesistenti al disturbo.

Dovrebbe acquisire soprattutto delle modalità che le consentano di utilizzare il bagno al bisogno, che necessariamente deve essere soddisfatto.
[#4]
Utente
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio per la risposta, Le vorrei precisare meglio il problema, cioè il disturbo che sto attraversando in questo periodo è dovuto a grosse preoccupazione, perciò il problema non è solo in luoghi non tranquilli ma in tutti i casi, dovuto alla forte ansia.
Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto