Utente 300XXX
mia madre 86 anni ,affetta da alzhaimer ,seguita da me grazie alla legge 104,
purtroppo ha periodi di agitazione e ansia ,che prostrano sia lei che me.
Attualmente non le somministro medicinali ,solo 1mg di tavor la sera , cerco di non usare altre benzodiazepine per non avere agitazione appena il farmaco cessa la sua azione , come in passato è già successo .
Ho sentito parlare bene del trittico ,so che è un antidepressivo ma che si sfruttano i suoi effetti sedativi a basso dosaggio,posso usarlo al bisogno ?
Ringrazio . Buona serata

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

In questi casi di solito ci si regola in base ai sintomi prevalenti. L'agitazione può essere di tipo ansioso come derivare invece da allucinazioni o deliri, essere notturna o anche diurna.
Esistono prodotti che fanno dormire meglio ma possono anche eccitare, essendo antidepressivi, come il trittico, altri invece che sono anti-allucinatori e calmano, anche se possono essere troppo sedativi o rallentare i movimenti. Andrebbe valutato il quadro nel suo insieme, compresi i sintomi neurologici.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 300XXX

gentile dottore ,l'agitazione a cui mi riferisco e diurna ,mia madre è sulla sedia a rotelle,a volte è calma e tutto prosegue per il meglio, ma spesso e in preda ad un'ansia e alla paura ,se è a letto vuole alzarsi e andare...,se èsulla sedia uguale , è una agitazione psicomotoria coon fissazioni vuole andare dai suoi genitori che lei dice piangono non vedendola , può andare avanti giorni interi con questo stile ,si ha anche qualche allucinazione vede presenze in casa o persone inesistenti che passano per la via , pur essendo una donnina magrolina ha molta forza e quando è in opposizione la usa contro chiunque .
E' stata in casa di cura per un mese , per riabilitazione femore la trattavano con
RISPEDAL ma a me pareva agitatissima e anche a loro (0,5 mattina e pomeriggio). Ho provato Talofen (10 gocce ) era prostrata e disperata con la parola e il viso inarticolati .
Devo trovare qualcosa che la rassereni e la calmi ,per poterla assistere e convivere con lei , per il resto è sana , ha avuto un embolia polmonare due anni fa e da allora prende un quarto di COUMADIN al giorno come terapia preventiva
Pensavo al trittico perchè e usato nelle case di cura .
Ringrazio per la cortese attenzione e auguro buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le è stato spiegato in cosa consiste la malattia di alzheimer, e quale è il suo decorso ? Non sempre ha senso somministrare medicinali per placare l'agitazione, nelle forme demenziali ad un certo stadio non è detto che si riesca ad ottenere un effetto soddisfacente.
Le terapie specifiche per l'alzheimer sono state escluse ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 300XXX

Gentil dottore ,

Penso di conoscere la malattia e il suo decorso ,come terapie specifiche , non so se lei allude all'EXELON o a farmaci affini per rallentare la malattia , ormai conclamata , sono stati presi ora non più .
Non mi sono stati indicati altri farmaci , se ve ne sono ben vengano .
Chiedo solo di poterla curare a casa , Lei crede che un geriatra potrebbe
forse aiutarmi magari con un mix calibrato di farmaci ?
Lei può gentilmente aiutarmi ,con MEDICITALIA: ?
La ringrazio anticipatamente e le auguro buona giornata .

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sì, mi riferivo a quelle terapie. La gestione domestica di un malato di alzheimer è un impegno spesso gravoso per i familiari, mentre esistono strutture specializzate nella gestione di questo tipo di situazioni, che certamente le avranno già indicato.

Il geriatra può interpellarlo ponendogli la domanda nella sezione apposita di geriatria.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it