Utente cancellato
Gentilissimi psichiatri,

desideravo sapere a scopo informativo quali farmaci ( di preciso ) vengo utilizzati per curare un disturbo d'ansia generalizzato cronico..
Come agiscono esattamente ? quale meccanismo a livello celebrale si è alterato ?
Ringrazio tutti i medici che volessero rispondere in maniera dettagliata alla mia domanda

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

I farmaci utilizzati appartengono alla classe farmaceutica degli antidepressivi, delle benzodiazepine, e di alcuni farmaci tipo il pregabalin che sono in commercio con indicazioni di vario tipo.
Questo per il disturbo d'ansia generalizzata così diagnosticato come categoria, non come equivalente del dire che una persona ha "ansia generalizzata", termine spesso utilizzato senza una vera e propria diagnosi per dire che ha un'ansia nella maggior parte delle situazioni e come impostazione di base del suo rapporto con il mondo.

Il cervello come ogni altro organo ha le sue caratteristiche che, spontaneamente o dietro sollecitazione, producono dei quadri sintomatici. La descrizione specifica non è fattibile perché la diagnosi riguarda una serie di sintomi con un loro decorso, e non un'alterazione specifica alla base di questi sintomi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
318001

dal 2014
Gentile dr. Pacini,

la mia domanda non è stata fatta a caso,soffro da anni di GAD con doc,solo l'anno scorso ho deciso di sottopormi a cura psichiatrica,in questi mesi ho assunto tutti gli ssri senza risultati ( purtroppo molti di questi li ho sospesi dopo 40/50 giorni di cura per effetti collaterali ) tra tutti questi l'unico che mi ha dato un leggero miglioramento ( sopratutto nel sonno)è stata la paroxetina però pagavo un prezzo troppo alto ero diventato un zombie sempre a letto mi impediva di svolgere qualsiasi attività.
Ho provato l'efexor anche qui troppa sonnolenza poi sono passato all'anafranil.
Ho assunto questo farmaco per circa 3 mesi prima mezza compressa da 75 mg poi una intera infine 2 da 75 mg per circa 4 settimane,non ho avuto nessun miglioramento anzi.
Adesso sto scalando il farmaco lunedì ho l'appuntamento con il mio psichiatra per cambiare nuovamente cura.
Esistono altri farmaci per combattere questo problema ?
Praticamente il mio cervello senza la mia volontà è pieno di preoccupazioni ci pensa continuamente.
Penso ai miei problemi economici,al futuro,alla mia problematica fisica che mi fa vivere male.
Questo mi crea un iperattività diurna e notturna che mi impedisce di concentrarmi e di dormire perche il cervello rimane sveglio a pensare ( contro la mia volontà ) ai problemi ho a quello che mi è capitato durante la giornata.
Inoltre per distrarre la mente faccio delle cose per tenerla occupata tipo passeggiare,prendere qualcosa al bar ecc...questo comportamento è un doc ?
le mie preoccupazioni sono reali non ingigantite.
I sintomi da me riportati sono eccessiva sudorazione sia estiva che invernale e come se la mia agitazione interna venisse espulsa con la sudorazione,spasmi muscolari,tremori interni sopratutto palpebre,disfunzione erettile diagnosticata da medico competente per ipertono adrenergico,insonnia mantenimento ecc..
Premetto che non sono ipocondriaco cerco solo una soluzione al mio problema.
Sfido qualsiasi persona che abbia tutti questi sintomi a non pensarci quello a cui tengo maggiormente e il recupero dal punto di vista sessuale.
Per un ragazzo è molto frustante non poter esprimere la propria sessualità ( è un pensiero fisso ).
Grazie a dio non mi sento assolutamente depresso svolgo una vita normale anche se molto condizionata dai sintomi.
Dimenticavo di dirle che non rispondo neanche a cure sintomatiche ogni tanto ho assunto l'alprazolam e tavor 2.5 mg senza avere grossi benefici.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Cortesemente può specificare nel dettaglio i farmaci prescritti, i tempi di assunzione, i tempi di riduzione ed i dosaggi raggiunti?
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,


Quindi una diagnosi composta da doc e da dag, Lei menzionava all'inizio solo il dag. In ogni caso come dice il collega non è il farmaco ma lo schema con cui si assume ad essere il riferimento terapeutico, quindi aver provato un farmaco se a dose non efficace significa non averlo provato sostanzialmente. Ad esempio l'uso di anafranil non oltre 75 mg nel doc è una terapia "mancata".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
318001

dal 2014
Gentile dr. Ruggiero,

non ricordo esattamente i dosaggi assunti e le modalità di sospensione.
La paroxetina l'unico farmaco in cui ho riscontrato un leggero beneficio lo assunto a un dosaggio di 40 mg per circa 2 mesi.
Gli altri sempre a un dosaggio superiore al minimo efficace comunque non superiore a i 50 giorni .
Per esempio il fevarin l'assunzione è durata una settimana poi ho dovuto sospendere per sudorazione notturna,brividi,diarrea.
Il prozac troppo attivante lo zoloft come la paroxetina mi dava una sonnolenza e apatia assurda.
L'anafranil lo assunto per circa 3 mesi prima mezza compressa poi una e infine 150 mg per circa 4 settimane.
Gli effetti collaterali con il passare dei giorni aumentavano invece che diminuire ( mal di testa,aumento tremori,insonnia,iperattività mentale )

Gentile Dr. Pacini,

il medico che mi ha in cura dice che ho entrambi anche se in percentuali diverse.
Sinceramente leggendo le varie spiegazioni di doc e dap mi ritrovo quasi al 100 % con il dap e pochissimo con il doc.
Secondo lei i sintomi da me riportati sono riconducibili anche al doc ?
Nella risposta precedente menzionava come possibili cure anche il lyrica ma non è solo un sintomatico ?

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi l'unica provata a dosi significative è in realtà la paroxetina e la clorimipramina, anche se 4 settimane per un doc sono poche.
Gli effetti collaterali compaiono subito e possono anche aumentare nelle prime settimane, per cui quando usa termini tipo "attivante" non hanno senso se riferiti alle prime settimane, questa è una connotazione del tipo di effetto in chi risponde al trattamento.

Non deve fare autodiagnosi, rischia di confondersi in termini di cui magari non consce il significato pratico. L'impressione ad esempio che si ha pende molto verso il doc.

No, il lyrica non è un sintomatico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
318001

dal 2014
Gentile dr. Pacini,

forse il mio disturbo mi porta a fare autodiagnosi,mi sento in un labirinto mentale in cui cerco una via di fuga.
Oggi ho effettuato la visita psichiatrica,il medico ha deciso di riprendere con la paroxetina associandola al prozac .Ho posto la domanda come mai il tavor da 2,5 su di me non ha nessun effetto mi ha risposto che potrebbe essere causato dal marcato ipertono adrenergico
Questa volta anche se ho forti effetti collaterali proverò a resistere fino alla fine.
Grazie ancora per la sua disponibilità

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Paroxetina e fluoxetina associate insieme in realtà da linee guida non è una delle opzioni di prima linea (sono due cose della stessa classe farmaceutica, due ssri). Il fatto che il tavor non funzioni non deve stupire, comunque è poco rilevante per la strategia della cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
318001

dal 2014
Gentile dr. Pacini,

stiamo andando a tentativi visto che non tollero nulla,ha scelto questo schema terapeutico per vedere se riesco a sfruttare l'effetto attivante ( che ha su di me ) il prozac per contrastare la sonnolenza della paroxetina.
Questo è lo schema : prima settimana mezza compressa da 20 mg poi una e dopo una settimana aggiungere mezza compressa di prozac al mattino.
L'alternativa era il remeron che in italia è poco utilizzato ( parole del mio medico ) per i disturbi d'ansia .
Non ho capito cosa intende con il mancato funzionamento del tavor non deve stupire,so che non è curativo però non capisco perche non esercita l'effetto sintomatico su di me.
Leggendo le varie recensioni di chi ha assunto questo farmaco lo descrivono come miracoloso e molto potente sull'ansia,addirittura alcuni al dosaggio di 1 mg ha effetti straordinari allo stesso modo viene descritto l'alprazolam ad alcuni bastano pochissime gocce per fare effetto per me entrambi sono acqua fresca al qualsiasi dosaggio provato.
Non ho assuefazione perche ho assunto questi farmaci occasionalmente visto che non ho trovato benefici ( quindi ho trovato inutile prenderli ).
Spero mi possa chiarire questa curiosità che non sono riuscito a soddisfare su internet .
C'entra il discorso di ipertono adrenergico ?
so che non essendo medico alcuni concetti non posso capirli però mi piacerebbe comunque sapere il perche ( lo trovo molto interessante anche come argomento ).
La ringrazio anticipatamente per tutti i chiarimenti che vorrà darmi.

[#10] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"per vedere se riesco a sfruttare l'effetto attivante ( che ha su di me ) il prozac per contrastare la sonnolenza della paroxetina"

Francamente però non vedo perché non scegliere un farmaco che abbia un profilo desiderato anziché associarne due della stessa classe.

Il remeron non è poco utilizzato.

Lascerei perdere questi "falsi" approfondimenti, ipertono adrenergico è solo un modo per dire quello che sa già, ovvero che è "teso".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

Cosa intende per farmaco che abbia un profilo desiderato ?
lei intende che il tavor e gli ansiolitici vengono bloccati dall'ipertono adrenergico per questo non hanno effetto ?
grazie ancora

[#12] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Intendo che se uno vuole un'azione mista ci sono diversi farmaci con diverso rapporto tra azione mista sul sistema serotoninico e adrenalinico, senza bisogno di associare due farmaci della stessa classe.

Mi sembra "preso" da questa rivelazione dell'ipertono adrenergico, ma è solo un modo per dire che è "teso" in termini biologici, non è che sia una diagnosi a se stante.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
318001

dal 2014
Gentile dr. Pacini,

sinceramente non so perche abbia preferito associare due farmaci della stessa classe.


Ho capito che un modo per dire che sono teso però mi piacerebbe capire se questo stato di ipertono blocca l'effetto degli ansiolitici.
Gli ansiolitici non dovrebbero agire proprio sull'ipertono ?
Alcune volte penso come devo fare a guarire con gli antidepressivi se nemmeno gli ansiolitici hanno effetto .
Scusi la mia insistenza

[#14] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

è da circa tre settimane che assumo la paroxetina al dosaggio di 40 mg associato a 10 mg di prozac per il momento ho attenuto solo il miglioramento sulla frequenza degli spasmi muscolari per il resto tutto invariato,è una cosa positiva o è troppo poco considerando il dosaggio assunto ?
Per il doc è l'ansia si può ancora aumentare il dosaggio ?
stranamente rispetto alla prima assunzione che è stata fatta parecchi mesi fa ho molti meno effetti collaterali non sento più quella stanchezza e sonnolenza che mi dava in precedenza,sinceramente non so spiegarmi il motivo forse è il prozac che aiuta a contrastare l'effetto.
La ringrazio anticipatamente per la risposta.
Cordiali saluti

[#15] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non vedo un gran senso nell'associare due ssri di cui uno a dose subefficace (il prozac). Nelle associazioni se mai si combinano due medicinali di classe diversa, altrimenti tanto vale passare ad un ssri diverso a dose efficace.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

da un paio di giorni sono passato a 20 mg di prozac e continuo a prendere la paroxetina al dosaggio di 40 mg ( ormai sono 6 settimane che assumo questo dosaggio ) ma non avverto grossi miglioramenti .
Come mai non rispondo ai farmaci ? che spiegazione mi posso dare ?

[#17] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non risponde a questi farmaci a 6 settimane, anche se continuo a dire che non vedo un senso nell'associare 40 mg di paroxetina e 20 mg di fluoxetina.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

avendo già provato tuttti gli ssri e l'anafranil esistono altre categorie di farmaci per curare questo problema ?
La ringrazio nuovamente per la sua disponibilità.
Cordiali saluti

[#19] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sì, esistono i farmaci a doppia azione non triciclici (venlafaxina, duloxetina) e il pregabalin, oltre ad altri meno studiati ma segnalati come potenzialmente efficaci, compresi altri triciclici diversi dall'anafranil che sono efficaci ad esempio nel disturbo di panico (imipramina, trimipramina)
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,


Efexor è stato già provato con scarsi risultati.
Oggi ho chiamato il mio medico ha deciso di cambiare cura,lunedì ho l'appuntamento.
Le farò sapere..

[#21] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

il problema che ho si può guarire o è tutto un palliativo ?

[#22] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Per quale motivo dovrebbe essere tutto un palliativo ? Il suo medico non ha scelto farmaci palliativi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

comincio ad avere molti dubbi sulla mia guarigione ormai sono 7 anni che convivo con questi sintomi.
Il fatto che non rispondo ai farmaci potrebbe essere un ulteriore segnale che il mio sistema nervoso entrato in tilt.
Spero di sbagliarmi lunedì le farò sapere la cura data dal medico.
Buona giornata

[#24] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

oggi ho fatto la visita psichiatrica in base al mio racconto su come è andata la terapia il medico ha deciso di cambiare completamente strategia.
Questa è la cura data :
wellbutrin 150 mg una compressa
gabepentin 100 mg 2 al dì
prozac da 20 mg

Il medico mi ha avvisato che è un farmaco attivante che può aumentare l'ipertono adrenergico,siccome ho reagito in maniera paradossa verso tutti i farmaci vuole vedere se accade anche con questo farmaco.
Cosa pensa ? potrebbe essere una buona soluzione ?
La ringrazio anticipatamente per la risposta.
cordiali saluti

[#25] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il medico non ha cambiato strategia, sta provando una cura diversa. Non continui a porre domande tipo "può essere una buona soluzione", poiché esprimono solo un dubbio fine a se stesso. Se va dal medico e si fida di lui, non ha senso pensare che non le dia delle soluzioni che possono essere buone.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#26] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,


le faccio queste domande per sentire un parere diverso dal mio medico in base alle sue esperienze personali su suoi pazienti.

[#27] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Capisco, ma se non ci sono questioni specifiche diventa una sfiducia generica nei confronti del suo medico. Secondo le mie esperienze personali il suo medico le ha dato una terapia che può essere buona ? Non c'è risposta a questa domanda, perché lui la conosce per averla visitata, sono due piani diversi.
Mio parere è che dubbi di questo tipo siano una manifestazione di una tendenza a cercare le risposte prima di verificare l'andamento delle cose, il che rischia semplicemente di farla star peggio nell'attesa di star meglio, o di avere mille pareri e ancora più dubbi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#28] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

la mia paura principale e che nessuna terapia sia adatta per il disturbo che ho.
Come può immaginare quello che mi crea maggiori problemi dal punto di vista psicologico è la disfunzione erettile che va avanti da quando ho iniziato ad avere i primi sintomi.
Grazie per la sua disponibilità.

[#29] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"la mia paura principale e che nessuna terapia sia adatta per il disturbo che ho."

Sì, ma questo è un pensiero fine a se stesso che fa parte di quelli prodotti dalla malattia, quindi non è una base per ragionare sopra le scelte terapeutiche. Quando un pensiero "parte male", probabilmente è meglio non utilizzarlo come binario di ragionamento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#30] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

scusi se la disturbo ma volevo chiederle se esiste in italia un centro di eccellenza che si occupi di ansia e magari che si possa confrontare anche con un neurologo.
Guardando un pò in rete parlano molto bene di Pisa e del Prof. Cassano cosa ne pensa ?
Ho massima fiducia nel mio psichiatra però essendo un caso particolare desideravo chiedere un parere da una persona che abbia una esperienza immensa.
Insomma esiste un medico specializzato in disturbi d'ansia considerato un illuminare da tutti ? Spero non si offenda non so sottovalutando la sua professionalità.

[#31] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Questi concetti tipo "un luminare" (non illuminare) non significano niente, le ho già risposto nell'altro post.

Non capisco in che modo stia sottovalutando la mia professionalità con questa domanda.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#32] dopo  
318001

dal 2014
Gentile Dr. Pacini,

scusi l'errore ( non so perche ho scritto illuminare ) .
Nel senso che non è molto carino chiedere a un psichiatra se c'è un medico della stessa branca medica che sia considerato il migliore.
Alcuni si potrebbero offendere