Utente 126XXX
Gentili Dottori,
Cosa succede se si rimane incinta mentre si assume il seroquel?
Con il mio psichiatra sto scalando la terapia, ora assumo 100mg di seroquel la sera, prima di andare a letto e 30gocce di diazepam; l' obiettivo è di togliere i farmaci in previsione di una futura gravidanza. Io e il mio compagno siamo prudenti, però da qualche giorno ho questo dubbio in testa....si capisce che ne parlerò con il mio psichiatra al prossimo incontro, ma se intanto potete darmi qualche rassicurazione, ve ne sarei grata.
Buonasera

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

a) Assumeva il seroquel per quale diagnosi ?
b) lo psichiatra va informato subito di questa modifica alla cura, per quale motivo tenerlo all'oscuro ? Se non era prevista la sospensione, si tratta di una manovra pericolosa per la recidiva del disturbo per cui assumeva il seroquel.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 126XXX

Lo scalaggio è regolare, lo sto facendo con il mio psichiatra che mi segue da anni ed è informato del progetto familiare con il mio compagno. È ovvio che il mio psichiatra sarà informato di ogni evenienza, il prossimo incontro lo avrò il 21febbraio. Ora volevo solo sapere cosa succedeva se rimanevo incinta durante l'assunzione.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

avevo capito male. Ma la sua diagnosi qual è ? Lo scalaggio è un conto, il risultato è che rimane senza cura, non perché così vuole in generale la cura, ma per il discorso della gravidanza (il tempo per cui rimarrà senza cura senza che sia in corso uno stato di gravidanza è quindi indefinito).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 126XXX

Mi scusi, ma non ho capito che cosa vuole dire...
La mia domanda era riferita al concepimento, ovvero, se si verrebbe a creare dei problemi al feto o altro. Lo so che rimarrei del periodo senza terapia, ma se questo vuol dire avere un figlio sano, cercherò di "starci con la testa". Sono anche seguita da anni da una psicologa, personalmente mi sento sicura di questo percorso.
Ps. non mi è stata mai data una diagnosi precisa.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"cercherò di "starci con la testa".


E in che modo senza terapia ? Lei ha il controllo delle sue funzioni cerebrali ? Il fatto di sentirsi sicura non conta niente.

Il punto di partenza è la diagnosi. Siccome il seroquel solitamente riguarda disturbi dell'umore o psicosi di altro tipo, da una parte c'è un rischio (non definito ma potenziale) di interferenza con lo sviluppo del feto; dall'altra le conseguenze dell'essere senza cura per un disturbo recidivante (come sono tipicamente i disturbi per cui è indicato il seroquel), questo sia prima della gravidanza che dopo il parto.

Se vuole informazioni semplicemente sui dati più recenti relativi a seroquel e malformazioni c'è il numero vedere 800883300, ma la strategia generale mi sembra manchi di un elemento fondamentale che è la diagnosi e quindi la prognosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 126XXX

La ringrazio molto per avermi risposto. Ho capito il messaggio, per cui ne parlerò con il mio psichiatra. DAl momento del dubbio, non potendo parlare col mio dottore, ho sospeso la terapia...speriamo bene.
Grazie e buona giornata.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Da come scrive si ha proprio l'impressione che questa sospensione di terapia sia (tutta o in parte) una sua iniziativa.

Al momento, da come si esprime "speriamo bene", non ha proprio capito niente. Ne parli subito con il suo psichiatra, ed eviti la posizione per cui siccome ormai ha sospeso la cura non ne vuol sapere di riprenderla.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 126XXX

Vorrei spiegare meglio la situazione. Da qualche giorno, per il dubbio di essere rimasta incinta (ho avuto rapporti col mio compagno la seconda settima del ciclo) ho interrotto l'assunzione della dose prescritta di seroquel. Questa azione deriva dal fatto che, non avendo modo di consultare il mio psichiatra questi giorni, avevo paura, qualora fossi rimasta incinta, di creare problemi col proseguo della terapia. Questo è il motivo che mi ha portato a scrivere qua (vedi la mia domanda iniziale: cosa succede se si rimane incinta durante l'assunzione di seroquel? ).
Quindi, si, la sospensione è una mia iniziativa scaturita da quanto descritto sopra. Al momento, oltre che non riuscire a dormire bene la notte e avere un mal di stomaco infernale, problemi di natura psichiatratrica non ce ne sono. Quando ho scritto che avevo compreso quanto da lei scritto, intendevo dire che avevo compreso i rischi (da lei descritti) della sospensione. Però, tra rischi e benefici di continuare la terapia qualora fossi rimasta incinta, cosa scegliere?
Il 21 febbraio ho l'appuntamento col mio psichiatra e gli parlerò bene (come già descritto precedentemente, lui è al corrente dei miei progetti familiari).

Ps: come le ho detto, non ho mai avuto un'incasellamento con una diagnosi, sono in cura da 7 anni e ne ho lette tante nel mio piano terapeutico, da disturbi dell'umore, disturbi dissociativi e in ultimo, psicosi schizofrenica-tipo schizoaffettivo (295.7)

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Mi sembra ci sia una gran confusione. Sta sospendendo il seroquel allo scopo di iniziare una gravidanza senza seroquel, e comunque ha rapporti non protetti mentre ancora lo prende ? Che senso ha tutto ciò ?

I rischi non sono da sospensione, ma da assenza di terapia.

"Però, tra rischi e benefici di continuare la terapia qualora fossi rimasta incinta, cosa scegliere?"

Questa scelta è sua, i medici possono informarla delle cose, dopo di che Lei sceglie. Le informazioni le trova al numero verde di cui sopra o tramite i suoi medici.

Non ha una diagnosi, allora mettiamo che sia una di quelle che ufficialmente sono riportate nel piano terapeutico. Rimanendo senza alcuna cura corre il rischio di ricadute psicotiche, prima, durante (meno) e dopo la gravidanza, con conseguenze gravi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it