x

x

Depressione / ansia

Buongiorno a tutti,
Vi scrivo per un problema in realtà inerente il mio partner. Il motivo per cui vi scrivo è che viviamo ormai da 3 anni in Inghilterra, paese non proprio rinomato per la qualità del servizio sanitario. Dunque vorrei un parere vostro.
Il mio partner è da sempre stato orientato a fare molta carriera sul lavoro, e ciò gli ha sempre provocato dello stress. Durante il periodo di novembre/dicembre dell'anno scorso era molto stressato a causa di un "capo" non molto capace che rendeva il lavoro del team molto difficile. A maggio ha cambiato lavoro diventando direttore di negozio e dunque facendo carriera. Nonostante ne fosse contentissimo, da lì sono sorti i problemi: ha iniziato ad essere molto stressato in quanto le responsabilità sono aumentate e lui che è un perfezionista non riesce a fare tutto al 100% e diventa frustrato per questo. A ciò va aggiunto che abbiamo passato un periodo difficile ad inizio anno, in cui ci siamo traditi a vicenda. Situazione che abbiamo poi risolto perché abbiamo deciso di continuare tra noi senza più tradimenti ma al tempo stesso sono sicuro che abbia provocato stress come ne ha provocato a me.
Il mio partner ha iniziato a sentirsi giù di morale, uno status che più che di stress sembra depressivo, dice che si sente sempre un peso sulle spalle costante, una pressione elevata sul lavoro. È questo nonostante stia ottenendo degli ottimi risultati e il negozio stia avendo molto successo. Inoltre ha iniziato a dormire poco. Prima il sonno è diminuito per forza di cose perché deve alzarsi presto per lavorare (a volte alle 4:30). Poi ha iniziato a svegliarsi tipo alle 3 di notte senza riuscire ad addormentarsi. Inoltre sul lavoro va facilmente in panico.
È andato dal medico di base il quale senza battere ciglio, gli ha detto che qui non si prescrivono aiuti per il sonno a persone giovani (ha 30 anni) ma in compenso gli ha prescritto il citalopram, che è un antidepressivo. Questa cosa mi ha un po' sconvolto per la facilità con la quale è stata fatta: io sono di quelli a cui gli antidepressivi fanno paura per la dipendenza che creano, e non mi aspettavo una così facile prescrizione di un medicinale del genere alla prima visita. Ecco perché vorrei sentire il vostro parere anche perché il medico ha prescritto questo medicinale solo sentendo ciò che il mio partner gli ha detto (che è quello che io ho detto a voi). In tutto questo io cerco di stargli vicino quanto posso, di distrarlo e tenerlo su, e devo dire che quando sta con me sta abbastanza bene, mi ripete sempre che vuole una vacanza solo con me. Sono però preoccupato perché ora anche io ho cambiato lavoro e questa fase iniziale mi porterà a lavorare parecchio quindi non so come posso supportarlo. Avete consigli da darmi? È giusto questo citalopram dato subito, così?

Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Da quello che lei descrive (lei stessa parla di status depressivo) la prescrizione di citalopram non appare scorretta. Se la dosgnosi posta é stata di disturbo depressivo o di disturbo d'ansia, entrambi in grado di condizionare anche pesanti disturbi del sonno, l'uso di antidepressivi ha come obiettivo di rimuovere il disturbo principale e non soltanto uno dei sintomi, come sai farebbe con un ipnoinducente.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Io parlo di status depressivo perché il mio partner dice che si sente depresso, ma ovviamente non saprei dirlo. Cioè potrebbe essere stress. È una questione delicata perché se fosse stress starebbe prendendo un antidepressivo inutilmente, mentre se fosse depresso io potrei sottovalutare la cosa.
Questo tipo di medicinale produce dipendenza? Io non ho mai visto persone uscire dalla depressione, ho molta paura in proposito. Come posso aiutarlo?

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto