Utente 472XXX
Buongiorno, ho 23 anni, vi scrivo perché da un po’ di tempo ho diversi problemi...
Premetto di aver avuto un periodo di almeno tre mesetti in cui ero sempre agitato per diversi motivi, ma nonostante ciò sono sempre stato bene. Da un po’ di tempo, diciamo da quasi un mesetto, presento sempre una tachicardia mattutina con la paura costante che mi capiti qualcosa durante la giornata, una difficoltà respiratoria che si accentua nei momenti in cui diciamo sono più agitato quindi la sera quando mi corico e la mattina quando mi sveglio. Gioco a calcio e quando gioco non ho problemi respiratori, anzi, ho smesso di fumare da circa un mesetto e mi sento meglio quando corro. Quello che mi preoccupa è questo fischio in gola che sento nella fase di espirazione quando respiro con la bocca, ho spesso il naso chiuso, ma quando respiro dal naso non sento alcun fischio e la respirazione appare normale. Quello che più mi fa preoccupare sono queste FITTE al centro del petto, sono fitte che durano un secondo e mi danno molto fastidio, sembrano delle scosse che mi bloccano la respirazione per il dolore, mi capita di sentirle tre/4 volte nella giornata, in momenti dove mi sento agitato mi compaiono, o in momenti dove penso di non stare benissimo o in momenti di rabbia o nervosismo o in momenti tristi...il punto è che queste fitte le sento da circa un mesetto, e non ne posso più, anche perché quando cerco di mettermi il cuore in pace ricompaiono le fitte e di conseguenza mi agito...
Il mio medico di base mi dice che sono in salute, mi ha detto di essere IPOCONDRIACO, poiché infatti ho pensato di avere diversi problemi e tutt’ora a volte ci penso...nei momenti in cui sono più agitato faccio dei sospiri, sbadiglio molto perché sento un senso di oppressione toracica..
Le fitte mi vengono spesso quando sono a riposo, quando sono più tranquillo oltre a sentire che respiro normalmente, non sento nemmeno il fischio in gola...
Tutti questi sintomi sono causati da problemi di ansia? A livello salutare non ho mai avuto febbre, mai vomito, il mio peso corporeo è normale, anzi in questo periodo è aumentato di quasi due chili..
Un mese fa ho avuto la presenza di sangue in bocca, derivante dal naso, avendo paura che fosse derivato dai polmoni ho iniziato per un periodo a tossire e a sforzarmi appositamente ma non è mai uscito nulla di sangue, da quando mi sono sforzato ho iniziato a sentire un po’ di problemi respiratori....non ho tosse ne catarro nei polmoni comunque e quel giorno che ho visto il sangue sono scoppiate tutte le mie ansie...
Vi ringrazio per le eventuali risposte

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"Tutti questi sintomi sono causati da problemi di ansia? "

Dunque, le è stato detto che è ipocondriaco. L'ipocondria è un problema d'ansia, non è causato da un problema d'ansia.
Nel senso che consiste tra l'altro anche di uno stato d'animo ansioso.
Quindi, è in salute per modo di dire, diciamo che il medico le ha detto che ha un'ipocondria.
A questo punto non le ha proposto come curarla ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Buongiorno dottore, essendo il medico un amico di famiglia che mi conosce da sempre mi ha detto che devo solo calmarmi, se devo essere sincero la mia rovina è stata internet, andando a scrivere i sintomi che ho compaiono sempre brutti mali e l’ansia inizia a salirmi condizionandomi ogni giornata...
In ogni caso le fitte che ho al petto a volte ne ho poche, a volte ne ho tante, e anni fa a scuola ebbi lo stesso problema ma mi durò una settimana o poco più, invece a questo giro il problema dura da un mese. Fitte al petto poco più in alto dei capezzoli, sensazione di asma, e peso al torace zona alta più o meno 5 centimetri sotto le clavicole. Dormo regolarmente ma quando mi sveglio mi sento sempre agitato...non ho mai tosse, solo che spesso sento il bisogno di raschiare la gola (anche se non ho catarro)

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi se uno è ipocondriaco deve calmarsi ?
Il che è come dire che se uno ha la febbre se la faccia passare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 472XXX

Buonasera dottore,
Ha ragione, oggi ho ricontattato il mio medico prescrivendomi una pastiglia omeopatica per l’ansia e anche la valeriana, onestamente sono sempre stato un ragazzo pensieroso che nonostante tutto sono sempre stato positivo, questo continuo peso al petto con queste fitte continue mi stanno distruggendo, non è solo aver paura di avere una malattia (che onestamente non ci sto neanche pensando) è ansia in generale, ogni mattina mi sveglio come se già sapessi che la giornata sarà brutta è che di sicuro avrò queste fitte e puntualmente mi vengono. E non vedo l’ora che tutto torni alla normalità perché oggi è esattamente un mese che ho tutti questi sintomi e non trovò il modo di farli passare, spero che le pastiglie e le gocce prescritte possano aiutarmi

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi per l'ipocondria la valeriana e gocce omeopatiche ( ??).
Direi che c'è qualcosa di strano in questa gestione, chieda un parere ad un altro medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 472XXX

Forse non mi sono spiegato molto bene, il mio medico mi ha detto che sono ipocondriaco ma che l’origine di queste fitte derivano da un periodo di stress piuttosto lungo, quindi mi ha prescritto Valeriana e pastiglie Ignatia per circa due mesi, se la diagnosi del mio medico fosse confermata quando inizieranno a cessare queste fitte? Non ho altri dolori a parte le fitte al petto e la costrizione toracica, a parte ogni tanto mi viene improvvisamente male alla gola, niente male alla schiena, niente tosse. Tutto dura da esattamente un mese, e ogni giorno spero di stare meglio, ma appena ci penso iniziano a tornare le fitte. Ho scritto qui per chiedere se effettivamente sono tutti sintomi causati dall’ansia, e dal nervosismo che mi assale tutti i giorni sapendo di non stare bene

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il discorso ha poco senso.
Se uno è ipocondriaco, è ipocondriaco. Se uno ha avuto dello stress (che però non significa quasi mai niente di preciso) è un meccanismo che si ipotizza, ma poco cambia.
Che la soluzione a ciò siano due prodotti come quelli dati per due mesi non mi risulta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 472XXX

Come ho già specificato ho avuto due mesi un po’ complicati a livello emotivo, ad un certo punto dopo due mesi ho avuto un problema mio, che ho iniziato a perdere sangue dalla bocca senza tosse e senza capire da dove venisse per qualche giorno, da lì la mia ansia, costrizione al petto con fatica a respirare e fitte perforanti nella parte alta del petto. Da quel momento mi è venuto paura che avessi qualcosa di grave, per questo mi è stato detto di essere ipocondriaco, e che i sintomi che avevo erano tutti di una forte forma di ansia che mi portavo dietro

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo mi torna, ciò che invece non mi torna è la cura data.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 472XXX

Buongiorno dottore.
Le fitte intercostali sono nettamente calate negli ultimi giorni, non so se per merito della cura data, però ultimamente mi sento più tranquillo e da due giorni sento anche meno costrizione al petto.
Ho un altro dubbio, io sono molto fissato col mio peso, sono una persona che spesso con il cibo non si controlla e quindi lo tengo monitorato...nell’ultimo mese ho avuto un aumento di peso di circa tre chili (da 66 a 69, solitamente mi peso appena sveglio) in questa ultima settimana ho notato invece una perdita di circa un chilo nonostante essendo in ferie e non lavorando consumo poche calorie, spesso sto in casa guardo la tv o dormo, ma nonostante ciò ho perso un chilo, e mi fa un po’ strano visto che mangio sempre tanto durante la giornata. Le chiedo se ciò può essere dovuto al nervosismo avuto in questo momento, da natale a ieri il mio nervoso era aumentato rispetto alle settimane precedenti, può essere dovuto a questo? Inoltre sto affrontando anche un raffreddore che fatica ad andarsene, c’e qualche correlazione tra questo e la perdita (anche se solo di un chilo) inspiegabile del mio peso?

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se quella sul peso è una fissazione, come ha detto lei, non è che abbia molto senso dover trovare spiegazioni alle variazioni di peso di questo tipo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 472XXX

Mi perdoni dottore ma non ho ben capito cosa intendesse dirmi

[#13] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Sono d'accordo col collega riguardo alla necessità di ottenere un altro parere, da uno specialista psichiatra stavolta. L'ipocondria è una patologia insidiosa e non facile da curare; ora le fitte intercostali sono ridotte, ma inizia a preoccuparsi per il peso, e anche questo fa parte dei sintomi dell'ipocondria.
Il pensiero "potrei essere malato" è quello che domina la sua vita, al momento.
Franca Scapellato

[#14] dopo  
Utente 472XXX

Si effettivamente è vero, sono anche in un periodo dove ho continuo catarro giallo marrone che emetto senza tossire che non mi passa mai e una costante raucedine, ed è assolutamente vero che ogni giorno penso di avere qualcosa, perché sono passato dal sangue in bocca, alle fitte al petto, al peso alla parte alta del petto, al continuo sospirare e sentirmi mancare l’aria e sentire peso alla parte alta del petto, a qualche dolore alla schiena, a una brutta infezione a un dito e anche un infezione intima passeggera. Tutti sintomi che mi hanno fatto aumentare ansia e pensieri negativi, ma tutto questo perché sono un ragazzo che l’ultimo malanno l’ho avuto a 10 anni e adesso ne ho 23, sono sempre stato in ottima salute senza MAI un influenza, e improvvisamente tutti sti problemi mi fanno vivere male

[#15] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il suo medico non la vede così, se la definisce ipocondriaco e "in salute".
Franca Scapellato

[#16] dopo  
Utente 472XXX

Probabilmente il mio medico sottovaluta la mia ipocondria, in ogni caso sto continuando a utilizzare Ignatia e essendo passati ormai 12 giorni dalla cura devo dire che sto meglio; non mi sento più le fitte al petto e l’ansia è certamente diminuita, spero di migliorare ancora dalla via che la cura omeopatica la finirò più o meno a fine mese...in ogni caso seguirò in vostri consigli, vi ringrazio

[#17] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"spero di migliorare ancora dalla via che la cura omeopatica"

Io le consiglierei di far curare l'ipocondria secondo metodiche di riferimento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it