Utente 482XXX
Salve dottori, vi chiedo se secondo la vostra esperienza il trilafon come farmaco da particolari effetti collaterali (sopratutto quelli metabolici) essendo che ho dovuto interrompere il seroquel per questi motivi.
Ho tempo fino al prossimo appuntamento con il mio medico curante per decidere se prenderlo o no, ma vorrei appunto rendermi conto se i benefici possono superare gli effetti negativi. Io ho attraversato il picco del disturbo borderline 4 anni fa, tuttavia non mi hanno mai diagnosticata come un caso grave ma come caso lieve che ha risposto ad una psicoterapia mirata (dbt), putroppo non possono prescrivermi farmaci al bisogno per via delle mie dipendenze e gli unici farmaci che mi possono dare sono gli stabilizzatori o gli antipsicotici che però ho notato essere un po' troppo forti per me... al giorno d oggi posso dire che mi sento più una persona con qualche disagio in più degli altri che una persona con una diagnosi borderline (cosa che invece non pensavo 4 anni fa), attualmente infatti combatto solo con la mia parte evitante e la mia ansia ma non così tanto da spingermi a riprende un antipsicotico...sulla mia pelle ho notato che questi farmaci hanno avuto più effetti collaterali che benefici su di me...

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Il suo medico le ha anticipato che le prescriverà il Trilafon?
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 482XXX

Me lo ha detto come ipotesi per telefono, io lo avevo già preso in passato, me lo tennero anche in gravidanza perché viene dato anche in casi di nausea, ma prendevo mezza compressa e ora non mi ricordo degli effetti collaterali...

[#3] dopo  
Utente 482XXX

Lo dobbiamo decidere insieme...io sono seguita dal csm da 7 anni e dopo il parto sono stata 5 mesi senza farmaci...e' stata una mia decisione riprenderli e provare il seroquel, ora mi ha proposto il trilafon per l ansia!

[#4] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
La perfenazina (Trilafon) appartiene ai cosiddetti neurolettici di destra, che hanno scarso impatto neurovegetativo (e quindi anche metabolico) e maggiore impatto neurologico, sul sistema extrapiramidale. L'importanza di quest'ultimo dipende dalla dose. Più la dose aumenta, più sono possibili o probabili effetti collaterali extrapiramidali (cioé tremore, rigidità, rallentamento, ecc.).
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#5] dopo  
Utente 482XXX

Ok...quindi mi conferma che questo farmaco non modifica il metabolismo? Con il seroquel ho avuto episodi spiacevoli, sono andata incontro a sballamenti metabolici (avevo incubi al risveglio e sensazioni di calore durante la giornata) e lo prendevo solo da 50! Se decido di riprendere un altro antipsicotico devo vedere benefici e non effetti indesiderati perché sennò il fatto che io inizi e' inutile...