Utente 489XXX
Buongiorno, le scrivo perchè è da mesi ormai che soffro di una forte ipocondria che mi sta condizionando la vita. L'ultima crisi è iniziata perchè ho accusato circa due mesi fa dolori alle orecchie associati a vertigini e nausea. L'otorino dopo avermi visitata mi ha prescritto un miorilassante è un ansiolitico consigliandomi di vedere uno gnatologo. La cura ha fatto completamente sparire i sintomi e da lì tutto bene. Da circa tre settimane ho incominciato ad avere dei dolori al volto vicino al sopracciglio, alla mascella, all'occhio, alla guancia. Guardo su internet e mi spavento subito. Allora è iniziato il giro dei Medici: oculista: dice che non ho nulla; neurologo: dice che è molto probabilmente una cefalea dovuta a problemi di masticazione, mi da una cura che però non funziona; lo gnatologo mi consiglia un rilassante dicendo che molto probabilmente serro i denti di notte per l'ansia. Il medicinale ( il rivotrill) mi ha fatto abbassare molto la pressione tanto da essere svenuta due volte e ieri in ospedale mi hanno diagnosticato la nevralgia del trigemino, ma mi hanno detto di stare tranquilla in quanto dal punto di vista neurologico non ho nessun segno che faccia pensare a una grave malattia. Ma io continuo io a sentire formicolii, gambe stanche, dolore ( anche se ho sempre sofferto di crisi di dolori alle gambe) e ho paura di avere la sclerosi, perchè ho letto su internet che la nevralgia può essere causata da quello. Ho paura, sto male, sono io che sono pazza? Devo credere ai miei dottori? Sto somatizzando e basta?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Che cosa sia l'ipocondria sembra non averlo chiaro. Innanzitutto che vuol dire "sono pazza" ? Poi, in che senso "somatizza", sembra che stia cercando di capire se i sintomi ci sono o se li inventa. Non è questo il punto.
Se soffre di ipocondria diventa sintomo qualsiasi cosa, perché si attua un controllo allarmato su di sé, a priori.

Il resto sono le solite diagnosi in cui per esclusione si dice che è "per l'ansia", impreciso ma abbiamo capito cosa significa.

Quindi perché non sta curando l'ipocondria o l'ansia, se la vogliamo indicare in questi termini.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it