Utente 497XXX
Buongiorno,
da circa 2 anni soffrivo di insonnia dovuta a risveglio precoce, andavo a dormire alle 23 e mi svegliavo sempre tra le 4 e le 5 alcune volte addittura alle 3, quasi sempre dopo un sogno o incubo con conseguente tachicardia, non riuscendo più a prendere sonno. Premetto che prima di questi due anni svolgevo un lavoro a turni che mi obbligava sovente a svegliarmi molto presto la mattina ed a restare sveglio la notte. Questo periodo è durato 6 anni dopo di chè ho chiesto di poter fare un orario d'ufficio quindi con inizio tutti i giorni alla stessa ora (8.30), nonostante ciò, come ho appena scritto, il mio ciclo di sonno era comunque completamente sfasato costringendomi ad aprire occhio troppo presto ed a dover recuperare le ore di sonno perse durante il pomeriggio (quando potevo) oppure nel fine settimana. La qualità della mia vita era peggiorata moltissimo, mi sentivo uno straccio, durante il giorno avevo sempre sonno e mal di testa.
Ho provato di tutto: melatonina retard, passiflora, escolzia, camomilla, latte caldo, ma niente è riuscito a guarirmi dal risveglio precoce.
Ho provato anche il Lexotan che mi prescrisse una dottoressa, ma senza esito.
Il mese scorso mi sono deciso di parlarne con il mio medico di base che mi ha prescritto lo Xanax da prendere per due mesi prima di ripassare di nuovo da lui, una compressa da 0,5 mg prima di andare a dormire, ebbene con mia meraviglia e stupore (ero molto scettico a dire la verità che una pasticchetta insignificante potesse garantirmi un sonno ristoratore, visto anche il precedente fallimentare de Lexotan) il risveglio precoce era sparito, sin dalla prima sera almeno 8 ore di sonno filato senza alcun risveglio (anzi a dire la verità è successo un paio di volte che mi sono svegliato alle 5 ma ho ripreso subito sonno), ormai è quasi un mese che prendo lo Xanax e ho ritrovato sonno, energie, concentrazione, il pomeriggio non ho più sonno, addirittura persino le mie prestazioni fisiche sono migliorate, se prima andavo in piscina 2 volte a settimana ed ero sempre sfinito, ora posso andarci tutti i giorni senza accusare stanchezza.
Prima della cura con lo Xanax la mia pressione era 90/135 adesso è calata a 75/105, insomma lo Xanax ha migliorato la qualità della mia vita, decisamente. La mia domanda è questa: perché lo Xanax sta funzionando? ho letto sul bugiardino che questo farmaco viene prescritto in caso di ansia anche generalizzata, sinceramente non mi definisco un soggetto ansioso, è vero che tendo ad evitare responsabilità di ogni tipo, ma se devo affrontare un problema non mi sono mai perso di coraggio, anzi paradossalmente nei periodi di maggiore stress della mia vita hanno coinciso con un sonno più lungo e ristoratore. Un'altra domanda: tra un mese tornerò dal medico, secondo voi cosa mi prescriverà se la cura continuerà a funzionare? immagino che mi dirà di scalare il dosaggio, magari prescrivendomi lo Xanax in gocce. Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Funziona perché è sintomatico dell’ansia ma non può essere utilizzato nel lungo termine in quanto responsabile di dipendenza ed assuefazione.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 497XXX

grazie dottore per la celere risposta.
Quindi lei crede che al termine della terapia sarà necessaria anche una visita psichiatrica o neurologica?
Il medico mi disse che se lo Xanax non avesse funzionato (per fortuna sta funzionando), allora mi dovrà prescrivere una visita dallo specialista in neurologia.