Utente 507XXX
Gentili dottori, volevo porvi un quesito per risolvere un dubbio relativo ad una terapia che mi è stata prescritta.
Recentemente mi sono rivolto ad uno psichiatra del CSM della mia zona per cercare di risolvere un disturbo d ansia che saltuariamente si traduce in attacchi di panico. Come antidepressivo mi è stato prescritto un certo Brintellix, solo che informandomi via web ho scoperto che non ha alcuna indicazione per il disturbo d ansia bensi per la depressione maggiore, cosa che non penso di avere...dato che nonostante l ansia esco vivo e mi diverto...
Anzi ho letto che diversi studi dimostrano che questo non sia efficace per l ansia
La mia domanda è la seguente: possibile che il mio medico non fosse a conoscenza di tutto ciò? oppure effettivamente nella prassi medica ci sono medici che lo utilizzano con successo?

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il farmaco non ha indicazione nel disturbo d’ansia esclusivamente, però se sono presenti disturbi secondari a fenomeni depressivi è possibile che sia stata valutata l’indicazione per questo motivo.

Può anche avvenire che possa avere efficacia anche sul suo disturbo singolo,


Per avere ulteriori chiarimenti deve fare riferimento al prescrittore.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Grazie dottore per la celere risposta. Mi rivolgerò allo specialista per ulteriori chiarimenti. Posso chiederle di spiegarmi sinteticamente(se è possibile) come i farmaci antidepressivi curino il disturbo d ansia? se il mio disturbo d ansia ad esempio è dovuto ad una fobia sociale, come fa il farmaco a farmi passare questa paura?
Grazie in anticipo. È solo curiosità personale

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Con il meccanismo classico di funzionamento sui canali dei neurotrasmettitori
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 507XXX

Ho capito. Volevo porle un'ultima domanda se non le creo problemi, prima di lasciarla ai suoi impegni.
Ho letto che i farmaci antidepressivi (triciclici in particolare, meno quelli di seconda generazione), possono causare disturbi di memoria.
Posso chiederle se tali disturbi sono simili a quelli delle benzodiazepine, cioè se colpiscono la memoria a breve termine relativa all acquisizione ed elaborazione di nuove informazioni? oppure possono causare disturbi diversi, come alterare la memoria di rievocazione?
Grazie in anticipo

[#5] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Quelli delle benzodiazepine sono peggiori
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#6] dopo  
Utente 507XXX

si ma mi chiedevo se fossero simili? o diversi, indipendentemente dalla gravità