Utente 525XXX
Salve..da circa 12 anni assumo giornalmente una compressa di paroxetina 20 mg.. e' iniziato tutto quando avevo 22 anni.. facevo una vita normale di una qualsiasi ragazza della mia eta'.. amici, lavoro, serate...all'improvviso ho iniziato ad avere attacchi di panico (Da me sconosciuti fino a quel periodo).. sudorazione, annabbiamento della vista, tremori e piu' peggioravano piu' non riuscivo ad avere una vita normale a tal punto da nn riuscire neanche a stare in posti chiusi o affollati fino a quando una sera sono stata malissimo..si pensava ad un infarto e sono stata ricoverata.. da lì tramite consulti psichiatrici si e' ovviamente capito che nn era un infarto ma semplicemente panico e ho iniziato a prendere la pillola che mi ha fatto ritornare ad una vita normale nel giro di pochi mesi... adesso ho 34 anni e il 1 giugno mi sposo e vorrei tanto avere un bambino..
Ma ho letto tante cose sulle controindicazione della paroxetina in gravidanza e vorrei tanto sospenderla..ne ho parlato con il mio medico di base ma mi ha detto che e' un processo abbastanza lungo
. Ma avendo gia' quasi 35 anni nn vorrei aspettare anni per avere un figlio.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

"Ma ho letto tante cose sulle controindicazione della paroxetina in gravidanza"

Presumo tranne quelle che risultano, altrimenti non vedo il grande allarme.
http://www.farmaciegravidanza.gov.it/content/paroxetina

Non è neanche vero che la sospensione sia una cosa lunga. Il problema è che se la sta prendendo evidentemente è perché controlla un disturbo che necessita di questa terapia. Inoltre, non vedo perché non interpellare direttamente lo psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 525XXX

Da quando lo prendo nn ho piu' avuto attacchi... in effetti ho letto solo le controindicazioni della confezione delle pillole.. il punto e' che nn vado piu' dal psichiatra che mi diede la cura da anni..
Mi sono cullata sul fatto che stavo bene con l assunzione delle compresse..
Quindi mi consiglia di consultare uno psichiatra e di decidere insieme a lui ?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#4] dopo  
Dr. Gaetano Vivona

16% attività
8% attualità
0% socialità
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Può tranquillamente iniziare a ridurre la dose usando la soluzione orale, il processo non è lunghissimo, ma certamente impegnerà per diversi mesi!
In ogni caso deve consultare uno psichiatra per decidere come e quanto ridurre (o sospendere)
Dr. GAETANO VIVONA
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Sessuologo Clinico

[#5] dopo  
Utente 525XXX

Diversi mesi quanto all' incirca ?

[#6] dopo  
Dr. Simone Di Pietro

20% attività
16% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2019
Buonasera, i tempi per la sospensione sono specifici da caso a caso in relazione al possibile riacutizzarsi della sintomatologia e ai possibili effetti indesiderati da sospensione. Rispetto ad altri farmaci dello stesso tipo la paroxetina presenta in genere maggiori difficoltà in questo senso. Proverei a considerare l'ipotesi di portare avanti la gravidanza continuando ad assumere il farmaco tenendo presente che, sospendendolo, anche il riacutizzarsi dei sintomi potrebbe influire negativamente sulla gravidanza stessa e sullo sviluppo del nascituro. Le consiglio di non prendere tale decisione da sola ma con uno specialista.
Cordiali Saluti
Dr. Simone Di Pietro

[#7] dopo  
Dr. Gaetano Vivona

16% attività
8% attualità
0% socialità
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
I tempi cambiano in base alla risposta !!
Dr. GAETANO VIVONA
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Sessuologo Clinico