Utente 527XXX
buonasera, soffro di acufene orecchio dx da 15 anni, ho ipoacusia neurosensoriale stesso orecchio da 18 anni, l'acufene è comparso dopo 3 anni. l'acufene è stato sostanzialmente stabile per 15 anni e l'ho sopportato senza farmaci fino alla notte del 31/12 scorso, ero a casa con mio marito, quindi niente baldoria, dopo il brindisi di mezzanotte ci siamo coricati. alle 3,30 mi sveglio con una terribile crisi di acufene mai avuta prima, credevo di impazzire e ho avuto un attacco di panico, dopo 2 ore riesco a controllare la tachicardia, ma putroppo da quel momento l'acufene è diventato altissimo. sopporto per 10 gg poi disperata vado dal mio medico di base che mi prescrive il rivotril 20 gocce al giorno, 5+5+10 la sera, in questo modo il livello dell'acufene è sopportabile. la mia domanda è molto semplice, sono terrorizzata dall'idea di diventare dipendente da questo farmaco, tuttavia il mio medico dice che non ci sono terapie per l'acufene e che devo avere fiducia, attualmente sono riuscita a scendere a 16 gocce al giorno ma ho già testato che con 8 gocce al giorno, l'acufene si rialza ad un livello non sopportabile. con questo dosaggio diventerò dipendente da questo farmaco? a me 16 gocce sembrano tantissime, non riesco a sopportare l'idea che dovrò prenderlo per anni, come spesso capita a chi soffre di acufene, grazie per l'attenzione, saluti

giuseppina

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe far valutare la situazione ad un otorino per capire se ci sono alternative a questa terapia.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 527XXX

BUONGIORNO dottore grazie per la risposta, come può immaginare di otorini ne ho visto diversi in questi anni e il coro è stato unanime : "si abitui a conviverci" , cosa che ho fatto per 15 anni, quindi le ripropongo il quesito, a cosa vado incontro con questo dosaggio? Grazie, saluti.

[#3] dopo  
Utente 527XXX

gli otorini che ho consultato in questi anni e , le ripeto, sono stati diversi, mi sono anche rivolta a policlinici universitari, non mi hano dato nè terapie nè speranze, addirittura un otorino molto "quotato", mi ha risposto:" cosa vuoi che ti faccia?... un miracolo?" quindo ho 2 alternative:1) diventare dipendente da rivotril, 2) buttarmi sotto ad un treno... perchè le assicuro dottore che vivere con questo fischio permanente in testa che non ti dà pace nè giorno nè notte, non dormi e non mangi, non fai vita sociale...NON è SOPPORTABILE. non le nascondo che ho pensato alla 2 ipotesi, ho la ferrovia ad 1 km da casa. comuque la ringrazio lo stesso dottore e le auguro buon lavoro, saluti