Utente 528XXX
Salve,
Scrivo per chiedere delle delucidazioni in merito al test di Rorchach.
Lo stesso sul risultato riporta quanto segue:
RORSCHACH - Al test di Rorschach, siglato secondo il metodo Klopfer, il protocollo,
normale sul piano quantitativo (21 Risposte principali e 2 addizionali), ha fornito i risultati
disposti come segue: dotato di uno strumento cognitivo
3 9.5 4.5 0 1 0 5 2 0 0 1
M FM m k K FK F Fc c C’ C
Dai dati del protocollo emerge un soggetto dotato di uno strumento cognitivo buono, che
tuttavia si sente in un certo qual modo insicuro e cerca sicurezza tenendosi saldamente
attaccato alle cose più evidenti ed ovvie. I processi percettivi ed associativi non appaiono
penalizzati nell’esame di realtà, che risulta ottimale(I.R.=6).
La vita affettiva si configura come molto immatura, nonostante una sufficiente presenza
di energie al servizio dell’Io; le tensioni sono infatti troppo forti per permettere al soggetto
di utilizzare le sue risorse intime in modo costruttivo. Forti stimoli emozionali(il tempo
medio di reazione alle tavole cromatiche supera di 10’’ il tempo di reazione alle tavole
acromatiche; A%=50%) possono essere fonti di grave disturbo: ciò viene confermato dal
valore dell’Indice di Impulsività latente, che risulta clinicamente significativo(I.I.=1). La
presenza di immaturità viene tuttavia contenuta in un comportamento socialmente
accettabile(FC>CF).
Il tipo di vita interiore evidenzia un orientamento prevalentemente intratensivo(TVI 3/2),
in accordo con una base infantile caratterizzata da tendenze introversive(tvi 14/2). Sono
presenti note depressive.
Vorrei sapere se l'indicazione di grave disturbo, l'indice di impulsività latente =1 e le note depressive sono indicatori di un disturbo importante e nel caso a chi rivolgersi: psichiatra, psicoterapeuta o psicologo.
Ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Le diagnosi psichiatriche non prevedono l'uso di questo test, che alcuni usano in ambiti particolari, ma è controverso.
Perché è stato eseguito questo test ?

Pertanto, si parte da una visita.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Buongiorno e grazie per la Vostra attenzione.
Il test è stato eseguito da un ctu del tribunale nell'ambito di una causa per l'affidamento di mio figlio, quindi lo stesso è associato ad incontri,disegni e colloqui vari. Essendo il ctu del tribunale, non ha fornito alcuna interpretazione del test, di conseguenza sono in cerca di chiarimenti per me molto importanti per capire se e come muovermi.

La ringrazio anticipatamente per il Vostro aiuto.
Buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si tratta di un test dal significato discutibile, per alcuni nullo o trascurabile. Peraltro, derivato da concetti di matrice non propriamente medica.

Se deve avere una diagnosi psichiatrica con significato clinico, cioè sapere se c'è un problema, un disturbo o come si voglia definire, ha senso partire da una visita, più che da una valutazione medicolegale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it