Evento psicotico

Buongiorno dottori sono qui per trovare delle rassicurazioni e delucidazioni.

Sono un ragazzo di 22 anni con una base d’ansia sociale, ovvero stati d’ansia quando mi trovo davanti a situazioni sociali.

È successo che 1 mese fa feci un tiro di canna ed andai in contro ad un attacco psicotico (credo) mi sentivo stordito, ansia, momenti in cui mi bloccavo senza motivo e non riuscivo ad essere in me stesso.

Dal giorno dopo ovviamente nulla di ciò ma solamente un gran senso di ansia e stordimento intorno a me.

Per le prime settimane mi sentivo di essere in questa spece di bolla e molto spaventato.

Ad oggi va sicuramente meglio però noto che non sono ancora la persona di prima, vado in contro a ricorrenti pensieri intrusivi che avendo una base d’ansia non faccio altro che autoalimentare, mi autoanalizzo troppo in ogni mio comportamento e ho il terrore che io stia sviluppando sintomi della schizzofrenia o psicosi.

Noto che ho meno fame e che faccio più fatica a dormire bene come prima, in certi momenti mi sento come un senso di stordimento.


Mi era già successo 4 anni fa da cui mi partirono attacchi ansia, però questa volta mi sento più ansioso.

Secondo voi sono sintomi che potrebbero andare via con il tempo?
La mia psicoterapeuta mi ha detto che si tratta di forte ansia rassicurandomi, secondo voi invece?

Grazie infinite
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Quindi è in cura per questo insieme di sintomi dominati dal pensiero di aver qualcosa e di analizzarsi per sapere se è tutto a posto, con l'inevitabile conseguenza di non trovare qualcosa che non lo è.
Tra l'altro prova anche a farsi rassicurare inserendo il commento "psicosi, credo" nella descrizione dell'attacco dopo cannabis. Lo stesso accade con la psicologa. La rassicurazione peggiora e struttura queste preoccupazioni insistenti sul fatto di avere qualcosa, di diventare "pazzi", di avere qualcosa che non va e così via.
E' un mese che le cose procedono, io mi farei valutare per sapere se sia il caso di curarsi in maniera più mirata.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
dopo
Utente
Utente
Come cura secondo lei è necessario per forza una cura farmacologica?mi spaventa parecchio l’idea
Grazie
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore.
Mi spaventa in quanto si sente sempre di più il fatto che potrebbero portare effetti indesiderati ecc.
Non so se si tratta di falsi miti però se io avessi la certezza che potrei stare meglio senza avere un alterazione della mia personalità prenderei sicuramente qualcosa.
ho un’altra domanda da farle:
I sintomi di confusione mentale durante la giornata potrebbero essere associati all’ansia? Io ne ho sofferto in passato, però ero a conoscenza del fatto che avessi ansia solo quando ero in situazioni sociali,es con amici ecc.
Da un mese circa,dopo essermi visto in quelle condizioni date dal tiro di uno spinello,ho alti e bassi,sintomi che cambiano,un giorno sono normale ma solo con i pensieri di cosa potrei avere ecc e un giorno sono in uno stato confusionale,ma in entrambi i casi io non mi sento agitato da dire di accusare ansia.
Noto che sono lucido nei ragionamenti però a volte ho questo senso di essere mezzo-ubriaco e quindi essere in questo stato confusionale.
C’è la possibilità che quel tiro di canna o comunque quello stato di sballo eccessivo successo un mese fa io lo debba ancora smaltire psicologicamente?
Grazie infinite
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Invece di procedere a curarsi, ripete lo stesso ragionamento. Non penso dipenda solo dalla diffidenza per quello che si sente dire (non saprei neanche da chi o in merito a cosa di preciso), e non credo faccia questo ragionamento se ha una bronchite che non guarisce.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#6]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione dottore, grazie e buona serata