Ansia e cefalea tensiva

Salve, fra una settimana ho la visita con lo psichiatra, ma non sentendomi tanto bene in questi giorni, mi sono sorti dei dubbi che vorrei togliermi.


In breve la mia storia: a circa 20 anni dopo un attacco di panico (il primo e l'ultimo) avvertii fortissime vertigini, stordimento, in pratica non vivevo, per un anno, dopo il quale andai a darmi visitare da uno psichiatra che mi prescrisse 20 mg di paroxetina.

Andava tutto bene.

Ripresi in mano la mia vita.

Solo che nel frattempo soffrivo di cefalea tensiva (da quando avevo 19 anni) che non era stata diagnosticata.

Quando fu diagnosticata (qualche mese fa) la neurologa mi prescrisse 25 mg di amitriptilina e sospensione graduale della paroxetina.

La cefalea migliorò parecchio, ma dopo qualche settimana avvertii di nuovo vertigini, escluse cause organiche (fatte visite dall'otorino, curato qualche problemino di poco conto alla cervicale che si supponeva potesse creare vertigini) allora prima con la neurologa e poi con il mio medico di base abbiamo preso pregabalin prima 25 mg al giorno (non faceva niente) poi aumentato fino a 150 mg al giorno perché le vertigini sembrano proprio essere di origine ansiose.


Per cui al giorno d'oggi da una settimana prendo amitriptilina 25mg e pregabalin 150mg.

Il punto è che dopo qualche miglioramento, la situazione è peggiorata un po', da due giorni ho vertigini (non come prima, ma ci sono) , un bel po' stordimento, una strana agitazione, confusione e stanchezza.

Perché?

Quali sono le possibili cause?

Ovviamente farò la stessa domanda allo psichiatra, però essendo tra una settimana la visita, vorrei avere qualche risposta adesso.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
[#2]
Utente
Utente
Grazie mille della risposta. Un dosaggio adeguato quale potrebbe essere?
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
I dosaggi dei prodotti che ha citato sono sostanzialmente considerati maggiori per avere dei risultati terapeutici.

La permanenza a dosaggi inferiori minimi a volte può amplificare alcun effetti spiacevoli e non fornisce una risposta terapeutica adeguata per risolvere la sintomatologia per cui vengono prescritti.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#4]
Utente
Utente
Grazie dottore.
Ad ogni modo sono stato dallo psichiatra che mi ha aumentato la dose del pregabalin di altri 75 mg.
Quindi adesso, da ieri, sono 225mg al giorno di pregabalin e 25 mg di amitriptilina.

Solo che già la mattina (sia ieri che oggi) quando ho assunto i primi 150 mg di pregabalin e 25 mg di amitriptilina ho avvertito uno stordimento incredibile che permane ancora adesso (cioè dopo 6 ore dell'assunzione) e un aumento dell'appetito incredibile anch'esso.

La mia domanda è: sono effetti collaterali transitori?
C'è un modo per risolverli?
[#5]
Utente
Utente
Salve di nuovo.
È da una settimana ormai che seguo le nuove indicazioni dello psichiatra:

Amitriptilina 25 mg al giorno
Pregabalin 225 mg al giorno da prendere in tre momenti diversi con capsule da 75 mg.
En 10 gocce la mattina e 5 la sera.

Ebbene mi sento di nuovo agitato e nervosissimo e mi gira la testa.
Mi sento meglio solo se prendo altre 10/15 gocce di En (oltre a quelle prescritte), o se sono molto concentrato a fare qualcosa.
Fra due settimane ho una nuova visita ovviamente, perché così non ce la faccio proprio. Ieri oppresso da tutto ciò ho pure pianto.

Ad ogni modo è anche questo un dosaggio basso?
Cefalea

Cefalea è il termine che descrive tutte le diverse forme di mal di testa: sintomi, cause, diagnosi e terapie possibili per le cefalee primarie e secondarie.

Leggi tutto