Dipendenza affettiva o amore?

Salve, sono una ragazza di 24 anni che sta al primo anno di magistrale e nel mentre lavora, nonostante vari periodi di stress forti dovuti alla depressione di mia madre molto intensa (con cui vivo attualmente) sono riuscita forse a crearmi una sorta di indipendenza dal contesto famigliare negativo in cui vivo.
Premetto che mio padre si è suicidato 7 anni fa a seguito di un tradimento di mia madre, motivo per cui lei da quel momento soffre di depressione ed è praticamente rinchiusa in casa.
Dopo molti anni di sofferenza, in cui ho cercato in tutti i modi di aiutare mia madre, nel 2021 mi sono fidanzata con un ragazzo di cui ero molto innamorata, ho iniziato ad aprirmi molto con lui, parlando per la prima volta del suicidio di mio padre e della depressione di mia madre, motivo per cui, nonostante ci siamo lasciati, ad oggi sento di essere più libera.
Il problema è che nei due anni di relazione con questo ragazzo si è creata una dinamica in cui io non riuscivo più a fare niente senza di lui (studiare, uscire con le amiche, stare a casa a vedere un film) motivo per cui lui mi ha lasciato, nonostante nei mesi successivi abbiamo continuato a sentirci perché io non riuscivo a distaccarmi da lui e lui se ne approfittava facendomi credere che la colpa era mia e che se fossi cambiata si sarebbe risolto tutto, fino a che non ha trovato una nuova fidanzata e abbiamo chiuso.
Da poco però lui si è lasciato, e io mi rendo conto che ancora gli permetto di parlarmi o cercarmi e addirittura trattarmi male nonostante so che lui non mi ami, ma non riesco a rimuoverlo dalla mia vita.
Tutte le mie amiche, la mia famiglia dicono che è un narcisista con gravi problemi eppure ogni volta mi faccio abbindolare da lui fino a stare di nuovo male e elemosinare le sue attenzioni.
Come posso chiudere completamente?
Nei periodi in cui lui era fidanzato, nonostante ci pensassi spesso avevo comunque un po’ di rifiuto, ora Temo di esserne dipendente e che farei di tutto per riaverlo a me.
Mi basta parlarci qualche minuto per scoppiare a piangere o non riuscire più a controllare le mie emozioni (premetto che ci siamo lasciati da 9 mesi).
Le mie amiche e i suoi amici pensano ormai che non ho più dignità.

Fino ad ora non sono andata mai da uno psicologo perché è una spesa che non riesco a sostenere ma mi sembra di vivere ogni giorno nella tristezza e nel vuoto
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.7k 990 63
Potrebbe essere utile avere il supporto di un professionista per comprendere la sua condizione.

Alcune regioni erogano prestazioni con i soli costi del ticket.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

I disturbi di personalità si verificano in caso di alterazioni di pensiero e di comportamento nei tratti della persona: classificazione e caratteristiche dei vari disturbi.

Leggi tutto