Relazione... doc.. ansie

Salve... ho già scritto precedentemente per la mia ossessione di essere lesbica ma mi sento di scrivere di nuovo perché ho una situazione parallela con un altro dubbio.. se amo o meno il mio moroso
Questi dubbi sono cominciati nel momento in cui lui mi ha chiesto di stare con lui,dal nulla,non ho mai dubitato e di colpo ecco tutto... preciso dicendo che ho fatto un anno emezzo a stargli dietro , stando male e passando momenti veramente brutti,ma proprio quando il sole doveva arrivare i dubbi mi hanno assalito. E lì ho iniziato a continuare a domandarmi se lo amassi o meno, che dovevo accettare di vederlo solo come un amico,e ad osservare che non ho le farfalle nello stomaco quando lo bacio e quando lo penso,che quando lo vedo se sono tranquilla e normale è sintomo che non lo amo più,che se lo penso poco vuol dire che non lo amo,e anche a livello intimo le cose non sono andate benissimo poiché parto sempre con il presupposto che non mi piaccia e che tanto lo sto tradendo perché sono lesbica,intervallando le due ossessioni.
Quando sono con lui sto Bene, ridiamo e scherziamo ma guardo ogni minimo particolare e la cosa mi fa abbastanza innervosire. All'inizio avevo tantissima ansia e stavo da cani ma con lo scorrere del tempo è come se la cosa si fosse appiattita senza più ansia e io penso che sia perché ormai sto accettando tutto... continuo a fare domande ancje alle mie amiche che mi rassicurano sempre ma a me è come se mi sembrasse che non ho più emozioni... Che non provo più nulla e che se non ho le farfalle quandolo vedo o non sono agitata non lo amo , anche se quanfo litighiamo piango e molte volte ho paura di perderlo... sottolineo anche che la nostra è una relazione un po' strana lui è poco presente e abbastanza sulle sue, freddo caratterialmente e non mi cerca mai,i litigi non mancano sicuramente...
A volte pensavo mi piacessero altri ragazzi.. bo
Aiutatemi io non so più a cosa pensare,sono in preda all'ansia
Grazie mille...
Scusatemi
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19.8k 507 41
Gentile ragazza,

il TEMA delle ossessioni può cambiare, oppure possono esserci temi paralleli, come nel Suo caso, che hanno un comune denominatore: l'ansia.

Però, sebbene abbia descritto bene la problematica, da qui possiamo fare davvero poco per aiutarLa, se non invitandoLa a recarsi direttamente da uno psicologo psicoterapeuta, dal momento che questo problema non passerà senza un intervento specifico.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
Attivo dal 2019 al 2019
Ex utente
La ringrazio molto per la sua gentilissima e velocissima risposta..
Ero andata da una psicoterapeuta ma non ho potuto continuare per problemi economici...
Questa situazione è straziante e sembra ogni volta sempre più vera...