Ricerca gravidanza con troppa ansia

Buonasera,
ho 37 anni e a novembre, senza troppi calcoli ma solo con rapporti liberi, sono rimasta incinta purtroppo finita male dopo poche settimane.

Non è stato necessario intervenire farmacologicamente in quanto "la pulizia" è avvenuta in maniera del tutto spontanea.
La visita successiva ho confermato che si fosse regolarizzato tutto e non sono state riscontrate anomalie di alcun tipo.

Dopo qualche mese (da gennaio per la precisione) abbiamo deicos di riprovarci in maniera più mirata e da quel momento sono entrata in un vortice di ansia e paranoia.

Utilizzo gli stick di una famosa marca per "centrare" l'ovulazione che mi hanno confermato un ciclo assolutamente regolare, come da nni, di 26/27 gg con picco lh ogni 12/13 giorni.

Questo mese ad esempio ho avuto um il 19/02 picco lh il 02/03 rapporti mirati 28/02-01/03-03/03 (oltre altri rapporti nel mese).

Ad oggi sarei presumibilmente a 7po e mi sembra di impazzire perchè vorrei una risposta "chiara ed immediata".

So bene che tutta quest'ansia non giova a nulla ma è davvero difficile da controllare.

Ho avvertito anche delle cose diverse rispetto ai precedenti mesi che non vorrei chiamare sintomi perchè temo possano essere oggetto della mia testa.

Grazie mille.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,2k 443 103
Gentile utente,

I Colleghi di Ostetricia e Ginecologia hanno ritenuto di spostare il Suo consulto qui in Psicologia
e dunque per questo motivo siamo noi a risponderLe.


Purtroppo in molte donne i rapporti mirati comportano una serie di pensieri ripetitivi e ingombranti,
che - di conseguenza - rendono meno appagante il rapporto sessuale per l'uomo
e di conseguenza mettono addirittura a rischio la sua tenuta erettile.

Una cascata disastosa, che non facilita certo il raggiugimento del duplice obiettivo:
. una gravidanza,
. una sessualità talvolta utilizzata a scopo procreativo, ma più spesso a scopo ludico nella coppia.

Per la notevole esperienza che ho al riguardo, Le consiglio di farsi seguire fin da subito da una Psicologa che sia anche Psicoterapeuta e che si occupi specificamente di tale tematica oppure di PMA. Infatti la quantità di ansia descritta non solo rende pesante tutto il periodo della ricerca della gravidanza, ma non facilita neppure una gravidanza serena per Lei, per il suo compagno, per il feto.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dott.ssa,
la ringrazio immensamente della sua risposta ed effettivamente avevo il dubbio che magari questa fosse la sezione più opportuna per la mia domanda.
Seguirò il suo consiglio per evitare di appesantire ulteriormente la mia ricerca.
Un caro saluto
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,2k 443 103
Dico sempre che occorre contemporaneamente tenere monitorate la gravidanza e la coppia ...
Per essere più chiara e al contempo più dettagliata
allego questo articolo, che Le farà intuire in prospettiva le varie facce della questione nel corso del tempo e degli eventi:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3332-mamma-e-amante.html :
La aiuterà a vedersi proiettata tra qualche mese e anno in modo equilibrato e sereno.

Saluti cari.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa