Dispnea. ansia?

Salve Dottori, vi scrivo perché da tre settimane avverto dispnea e fiato corto e sto iniziando a preoccuparmi.
Da qualche anno a seguito di visita dell'allergologo e conseguente spirometria, sono in cura per asma lieve, sia con un antiasmatici che assumo quotidianamente che con antistaminico (sono un soggetto allergico).
Inoltre ho prolasso valvolare mitralico con insufficienza di grado lieve-medio e faccio visita cardiologica una volta all'anno.
Il cardiologo però non crede che questa sensazione di affanno anche al minimo sforzo possa dipendere dal piccolo difetto cardiaco, anche perché non presenti altri sintomi in tal senso.
Sono stata dal medico di base, mi ha auscultato i polmoni e misurato la saturazione, tutto perfetto.
Specifico inoltre che ho eseguito tampone molecolare e risulto negativa al covid.
Alla luce di tutti questi elementi, il medico di base ha ipotizzato si possa trattare di una somatizzazione ansiosa e mi ha consigliato il farmaco Laila.
Lo sto prendendo da 4 giorni, ma senza miglioramenti.
Secondo voi potrebbe essere giusta la diagnosi di somatizzazione ansiosa?
I sintomi potrebbero corrispondere?
Preciso che questo senso di fame d'aria aumenta se cammino, parlo o mangio.

Grazie a chi mi risponderà.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 225 108

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa