22 anni e mi sento depresso&bloccato

Buongiorno, Sono un ragazzo di 22 anni.
Ho messo come argomento principale "Disturbi somatoformi" ma nel mio caso credo ci sia molto altro, semplicemente è la cosa più impedente.
Quando esco di casa mi sale l'ansia di farmela addosso, pipì e cacca; Sento effettivamente lo stimolo di andare in bagno, a volte di più a volte di meno ma è sempre presente e per questo esco pochissimo fuori casa.
E' da fine 2018 che ho questa condizione.
Ho interrotto gli studi e non riesco ad avere la forza di nemmeno provare a lavorare.

Ho avuto 2 percorsi di psicoterapia:
-il primo non ha effettivamente risolto nulla e ad una certa non riuscivo nemmeno ad andare dallo psicoterapeuta, mi rifiutavo.
Inoltre aveva un approccio "olistico" cioè che parlava di chakra e cavolate simili e non mi convinceva.

-Il secondo è andato meglio, la nuova dottoressa mi piaceva ed effettivamente qualche piccolo progresso lo ho fatto (da nemmeno 20m fuori casa riuscivo a starci fuori anche fino a 500m/1km).
Lei aveva un approccio più analitico e mi ha diagnosticato un ansia generalizzata.

Ho continuato con lei fino a che mio papà (che pagava le sedute), non vedendo miglioramenti ha smesso di pagare.
In questi giorni ho pensato al percorso e ad esempio spesso andavamo a parare sugli stessi argomenti ogni volta, ma per dire non ho ancora chiaro da dove è scaturito il mio problema.


Quel che vi chiedo è...Cosa faccio?
sono bloccato in una routine che mi svuota tantissimo per via dei sensi di colpa.
Cerco di aiutare i miei il più possibile in casa ma mi sento inutile.
Se cerco di farmi terapia da solo e magari a provare uscire di più e di più dopo un pò non c'è la faccio più.
Ho avuto possibilità di lavori che però non ci sono andato ai colloqui perché ero in panico.
Soldi c'è ne sono pochi e riprendere o fare una nuova terapia non è possibile poiché deve essere contigua.

Non dormo bene, a volte mi vengono in mente pensieri suicidi.
Sento che la mia vita mi sta scivolando fra le dita.
[#1]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 3.8k 181
Gentile utente,
dovrebbe tentare una terapia strategica, meglio se online.
Per pagare potrebbe fruire del 'buono psicoterapia', di cui troverà notizie a questo link:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/9005-importante-bonus-psicoterapia-gratuita-anche-per-il-2023.html
Non si demoralizzi. Rifletta che può guarire, e con la terapia che le ho suggerito può farlo anche velocemente. Il nome di molti psicoterapeuti strategici lo trova sull'Albo degli psicologi (guardi internet) e anche su Medicitalia.
Buone cose.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) gairos1971@gmail.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottoressa, la ringrazio per la risposta. Mi informerò su quanto mi è stato detto da lei.
Le auguro una buona continuazione
[#3]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 3.8k 181
Prego, caro utente. Sarò lieta di avere sue buone notizie.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) gairos1971@gmail.com