Utente 164XXX
A causa di diversi linfonodi ingrossati ho eseguito una tac total body, per fortuna a livello ematologico sembra escluso qualunque problema, ma dalla tac è stato evidenziato un nodulo mammario e l'ematologo mi ha prescritto mammografia ed ecografia. Ho già fissato un appuntamento da un senologo, ma la visita è tra un mese, va bene o è il caso che chieda di anticiparla?
Ho 34 anni, in famiglia solo una zia paterna ha avuto un cancro al seno. Sono fumatrice. Faccio controlli regolari al seno, anche perchè due anni fa è stata riscontrata una ectasia duttale e delle microcisti, l'ultima ecografia risale a dicembre 2011, ma non c'era nessun nodulo.
Riporto di seguito il referto della tac:
"Esame eseguito con tecnica volumetrica multistrato prima e dopo somministrazione di mezzo di contrasto endovena previa opacizzazione del tratto gastroenterico per os.
Non alterazioni pleuro-parenchimali a carattere focale bilateralmente.
Non si osservano significative tumefazioni linfonodali in corrispondenza delle maggiori stazioni
mediastiniche.
Presenza di para-centimetriche formazioni linfonodali a livello dei cavi ascellari bilateralmente.
Presenza di formazione nodulare di circa 11mm a livello del quadrante infero-interno della mammella di
destra, meritevole di correlazione con il dato ecografico.
Ulteriori para-centimetriche formazioni linfonodali sono apprezzabili in sede sotto-mandibolare e laterocervicale
bilateralmente.
Presenza di millimetrica formazione cistica a livello dell'ottavo segmento epatico.
Niente da segnalare a livello della milza e del pancreas.
Niente da segnalare a livello dei surreni bilateralmente.
Presenza di piccole formazioni cistiche in sede renale bilateralmente.
A livello dello scavo pelvico, nella verosimile sede dell'annesso destro, presenza di formazione ovalare
ipodensa di circa 22 mm.
Ectasia inoltre della rima endometriale compatibilmente alla fase del ciclo.
Presenza di varicocele pelvico.
Subcentimetriche formazioni linfonodali a livello inguinale bilateralmente.
Niente di significativo da segnalare a carico dei segrnenti scheletrici in esame.
Niente da segnalare in sede endocranica".

In attesa di una risposta, ringrazio e saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
<<meritevole di correlazione con il dato ecografico.<<<
In effetti non è chiaro, ma forse vuole dire semplicemente dire di fare l'ecografia.

Quindi farei il controllo ecografico e siccome quella recente era negativa starei intanto tranquilla.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 164XXX

Gentile Dottor Catania,
stamattina ho effettuato una mammografia ed ecografia come mi era stato richiesto prima della visita senologica, mi piacerebbe sapere cosa ne pensa, visto che per la visita devo aspettare il 22 marzo e mi chiedevo se fosse il caso di anticiparla.

Mammografia Bilaterale:
Si osserva sviluppo simmetrico dei seni con buona rappresentazione
del corpus mammale.
Nel complesso si riscontra in sede retro areolare una piccola
formazione nodulare, parenchimale, con alcune strie fibrotiche, senza
microcalcificazioni, da studiare ulteriormente con ecografia e RMN.
Nulla alla cute ed ella rete vascolare sottocutanea.
Capezzoli prominenti.
Cavi ascellari liberi.

Controllo a distanza di tempo, fra 2-6 mesi, integrando l'indagine
anche con ecografia.

Ecografia mammaria:
Le ghiandole mammarie presentano ecostruttura a principale componente
fibro-ghiandolare con maggiore rappresentazione a livello dei quadranti
esterni bilateralmente.
Al QII di destra si osserva una formazione nodulare solida ipoecogena
che dimostra lieve sbarramento del fascio ultrasonoro, a margini mal
definiti, di circa 11x9 mm. Il reperto non è di univoca
interpretazione, ma data la recente insorgenza è meritevole di
integrazione con esame RM o esame bioptico. A sinistra si osservano
alcune formazioni cistiche, la maggiore di circa 6mm al QIE. Lieve
ectasia duttale bilaterale. Normale rappresentazione degli spazi
cutanei e sottocutanei.
Assenza di significative linfoadenopatie bilateralmente.


In attesa di una risposta, ringrazio e saluto cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Difficile rispondere sui tempi perchè non c'è sin'ora una diagnosi chiara ma solo il riscontro di un nodo dubbio sul quale per non aspettare i tempi lunghi di una Risonanza Magnetica Mammaria,

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

farei una adobiopsia ecoguidata che si può fare in tempi brevi

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 164XXX

Gentile Dottor Catania,
ieri, dopo la visita senologica del 22 marzo, in cui in un primo momento mi avevano detto che avrei dovuto eseguire un agobiopsia ecoguidata al nodulo, sono stata richiamata dall'ospedale per fare un'ecografia mammaria per rivalutare la situazione ed essere certi della necessità delle biopsia. Dall'ecografia sembra che il nodulo non sia dubbio, ma la dottoressa mi ha detto che si tratta di un linfoadenolipoma e che non è necessaria la biopsia. Ancora non ho il referto e non ho nemmeno risentito il senologo, volevo chiederle se secondo lei è possibile che alla prima ecografia non abbiano riconosciuto il linfoadenolipoma? Posso stare tranquilla? E se può spiegarmi cos'è il linfoadenolipoma. Scusi se continuo a disturbarla, ma come può immaginare, questi pareri discordi mettono sempre un pò d'ansia. Grazie.
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Utente 164XXX

Errore di trascrizione...non "linfoadenolipoma"...ma fibroadenolipoma

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se è un "fibroadenolipoma" può stare assolutamente tranquilla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 164XXX

Gentile dottor Catania,
scusi se torno a disturbarla, stamattina ho ritirato il referto dell'ecografia:
"Mammella a struttura prevalentemente fibroghiandolare.
Non evidenziati formazioni solide con caratteristiche ecografiche di
sospetto bilateralmente.
Presenza di minute cisti nel QSE bilateralmente.
Nel QII di destra area pseudo-nodulare, ipoecogena, a morfologia
ovalare del diametro di mm 10, di significato benigno.
Linfonodi di normale aspetto ecografico nei cavi ascellari.
Si consigliano controlli clinici regolari e rivalutazione ecografica
ad 1 anno."

Penso vada benissimo, ho un solo dubbio...secondo lei posso fidarmi e rifare con tranquillità il prossimo controllo tra un anno? Il dubbio, nasce per la differenza con il referto dell'ecografia precedente e con la mammografia, dove si consigliava RM o biopsia. Inoltre a differenza delle ecografie fatte anche in passato, qui non si parla nemmeno dell'ectasia duttale, anche se io continuo ad avere le secrezioni bilateralemente.
Cordiali saluti

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A distanza non saprei cosa aggiungere in assenza della documentazione strumentale.

Precauzionalmente ripeta il controllo ecografico entro 6 mesi e non 1 anno.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com