Utente 328XXX
Buongiorno, sono una donna di 38 anni e sperando di non essere prolissa espongo il mio problema/paura.
Due anni fa ho perso il mio compagno a causa di una neoplasia polmonare, da allora il mio carattere ipocondriaco è decisamente peggiorato, fino a portarmi a pensare prima dell’estate di poter avere un brutto male al seno (pur non avendo nessun tipo di disturbo) così ho iniziato ad esplorare il mio seno sentendo piccole palline (soprattutto al seno sinistro) panico!
Ho preso subito un appuntamento da mio ginecologo e nella settimana di attesa ho continuato a toccare il seno con il risultato di arrivare alla visita con il seno sinistro molto dolente.
Dopo la visita in cui la ginecologa non ha riscontrato assolutamente nulla di anomalo ho fatto un ecografia di controllo (Primi di agosto 2013) visto che l’ultima risaliva ad un anno prima, anche l’eco ok (tessuto fibrocistico che risulta fin dalla mia prima eco fatta a 28 anni).
Mi sono tranquillizzata per un po’ ma poi le paure hanno preso il sopravvento e durante le ferie estive ho continuato a toccarmi il seno spesso e sicuramente non in modo corretto, il risultato è stato un aumento del dolore alla mammella sinistra, ho chiamato la ginecologo che mi ha detto di prendere il Senofil, ad oggi il fastidio persiste e riguarda tutto il seno , lo sento pesante, indolenzito il capezzolo è sensibile e quando mi avvicino al ciclo mestruale (breve ma regolare) il dolore si estende alla parte superiore esterna vicino l’ascella (se mi tocco sento le ghiandoline indolenzite e il reggiseno che sfrega mi da fastidio) tutto ciò mi sta distruggendo psicologicamente e cosi lunedì vado a fare una visita specialistica da un senologo.
Ho tanta paura di aver combinato danni stimolando le ghiandole con il mio continuo toccarmi.
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Spero, che lunedì possa essere tranquillizzata definitivamente perché non ravvedo nella sintomatologia che descrive alcuna ragione per preoccuparsi.

Due cose intanto da fare

1) STACCARE DAL SUO PC
2)STACCARE DAI SUOI SENI (^___^)

Intanto legga

Legga ( e se ha dubbi ulteriori ci aggiorni)
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20dolori%20al%20seno.htm
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/34/Cura-del-sintomo-dolore
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20comp
Talvolta anche la semplice scelta di un reggiseno adeguato può essere utile, per quanto possa sembrare paradossale
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/15/Il-reggiseno-uno

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com