Utente 176XXX
Buonasera,
scrivo per avere un consulto in merito a questa situazione; ho 35 anni, sono portatrice di protesi mammarie per le quali sono in corso una serie di indagini in quanto sono stata operata nel 2001 e sono stata dimessa senza che il chirurgo, operante in una struttura privata, mi rilasciasse cartella clinica; ho incaricato infatti i NAS di reperirla per capire se io possa o meno rientrare nella casistica delle portatrici di protesi PIP e spero di poterla avere al più presto per rientrare nella lista d'attesa per l'operazione.
Mi sono sottoposta a più ecografie e ad una RMN, che hanno rilevato l'integrità delle protesi e la presenza di tre noduli (fibroadenomi) e una cisti, da tenere sotto controllo periodicamente ma che non hanno destato la preoccupazione dei medici che mi hanno visitata. Mi trovo al momento fuori casa e non ho la possibilità di visionare la documentazione medica, ma venerdì ho 'ispezionato' il mio seno dx mediante autopalpazione (mi trovavo al decimo giorno di ciclo) e ho avvertito la presenza di uno dei noduli, premendo leggermente per sentirlo sotto le dita. Non è la prima volta che eseguo questa operazione, ma da venerdì ho iniziato ad avvertire un certo dolore che non è ancora passato e si è irradiato a tutta la mammella dx, che rimane costante ma particolarmente localizzato in corrispondenza del quadrante inferiore, dove dovrebbe trovarsi il nodulo (ripeto che non ho sott'occhio l'ultimo referto ecografico, ma sono quasi certa del fatto che si tratti di una formazione già presente). Sono preoccupata dal dolore, perché non ne capisco la causa; sembra quasi che la palpazione abbia infiammato la zona, ma non mi sembra normale. Vi prego di rispondermi presto, sono davvero in ansia. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprenderà bene come non sia possibile a distanza senza una visita apportare (anche perché vietato) il contributo che si aspetta.

Mi sento autorizzato a tranquillizzarla in senso oncologico anche da quanto ha ben descritto Lei. Senza alcuna preoccupazione richiederei una visita eper poter formulare una diagnosi precisa sulla causa.

Le cause di mastalgia sono molteplici ed anche extramammarie.

Legga

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20dolori%20al%20seno.htm
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/34/Cura-del-sintomo-dolore
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20comp
Talvolta anche la semplice scelta di un reggiseno adeguato può essere utile, per quanto possa sembrare paradossale
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/15/Il-reggiseno-uno

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 176XXX

La ringrazio sentitamente per la cortesia e la celerità della risposta. Procederò con la prenotazione della visita il più presto possibile. Auguri di buon anno!

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Auguri anche a Lei.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com