Utente 304XXX
Caro dott. Catania,
Torno a lei per un parere sugli esami ematici.
Operata nel novembre 2012 a 42 anni di quadrantectomia per un K mammario di 0,8mm, recettori estrogeni e progestinici 95%, Linfonodi sani, invasione vascolare assente. In cura con Tamoxifene e decapeptyl.
A causa di un lieve ispessimento dell'endometrio riscontrato a gennaio 2014 il mio ginecologo mi prospetta l'ipotesi di togliere utero e ovaie.
L'intervento lo effettuo il 13 di maggio scorso e nel post operatorio in ospedale mi somministrano morfina e poi paracetamolo per il dolore ed eparina. Alle dimissioni mi prescrivono seleparina per i seguenti 12 gg.
Il 27 maggio finisco con l'eparina e dopo una settimana faccio gli esami di controllo semestrale per il seno.
Gli esami evidenziano un lieve rialzo delle transaminasi: AST 34, ALT 56. Tutti gli altri valori sono nella norma, anche i marcatori. Permane una lieve leucopenia che mi hanno diagnosticato da quando assumo tamoxifene.
Ho letto che l'eparina provoca un aumento delle transaminasi ma anche il tamoxifene.
È possibile secondo lei imputare tale rialzo all'epatotossicità dei farmaci in questione?
Per chiarire il quadro le dico anche che nei giorni degli esami di controllo stavo assumendo ciproxin e ibuprofene per una cistite.
La ringrazio se vorrà rispondermi.
Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tutto è possibile.

Ne dovrebbe parlare con l'oncologo che la segue anche se un incremento così modesto non merita alcuna apprensione.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 304XXX

Grazie caro dott. Catania,
Vedrò il senologo domani e gliene parlerò.
Mi interessava sapere da Lei se questo lieve incremento potesse destare preoccupazione. Come lei sa l'angoscia è sempre dietro l'angolo per noi operate di K mammario.
La ringrazio, la terrò aggiornata.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Incrementi di questa entità non destano alcuna preoccupazione
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com