Utente 376XXX
Gentili dottori, vi scrivo il referto di una risonanza magnetica mammella bilaterale senza e con mezzo di contrasto.
Esame eseguito con bobina dedicata con acquisizioni TSE assiali pesate in T1 e T2, STIRcor, e sequenze assiali dinamiche T1W TFE 3D eseguite prima e dopo somministrazione ev di mdc paramagnetuco FS sag dx e sx. Si esegue post-processing con curve di misurazione intensità/tempo della distribuzione del mdc e mappa vascolare con immagini MIP.


Strutture parenchimo-stromali diffusamente addensate ad aspetto fibro-nodulare, localizzata prevalentemente ai QQ.SS.EE. e in retroareolare. Nelle scansioni dinamiche eseguite dopo somministrazione di mdc al QCINT della mammella sinistra si osserva area nodulare a margini non proprio netti del diametro max. di circa 8mm, con intenso e precoce enhancement con successivo curva IS/T di tipo II (dubbia), da rivalutare necessariamente con second look ecografico per eventuali ulteriori approfondimenti (esame diretto).




Potreste darmi una lettura in termini più semplici? Vi ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è una diagnosi conclusiva , ma il riscontro di un piccolo "nodulo" di 8 mm

Ma perché è stata richiesta una RMM a 19 anni ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com