Utente 324XXX
Buon giorno gentili dottori.volevo chiedere un informazione..ho 21 anni.ad aprile ho accusato disturbi uretrali con stimolo ad urinare come se avessi qualcosa nell uretra.il medico curante mi prescrive avalox poi udrinox ma niente da fare...vado da un urologo il quale dopo ispezione rettale mi dice che sto un po infiammato e mi prescrive tavanic.la situazione migliora ma nn cessa del tutto.ecografia reni e vescica nella norma. Da un altro urologo siccome il primo era irreperibile mi viene richesta un uretrocistoscopia la quale nn evidenzia nulla di che apparte il vollo leggermente rilevato ma che a detta dell urologo nn influiva essendo che l uroflussometria era perfetta..qnd mi dice che nn ho nulla..nn demordo e vado da un altro urologo tamponi uretrale tt negativo spermiocoltura anche..diagnosi di prostatite abatterica somaprost e bactrim la situazione migliora gradualmente...xo dopo un paio di settimane dall uretroscopia al mattino il getto sembra sfilettato ma solo alla prima minzione..il flusso e forte cm sempre sl che sta mattina era propio a ventaglio!pero alla seconda minzione di nuovo perfetto!cosa ne penzate?grazie e buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
per condizionare il flusso urinario nella sua forma, anche se non nella sua intensità, è già sufficiente una modestissima irregolarità del profilo del canale uretrale. Se lei ha già eseguito un'indagine endoscopica che non ha rilevato nulla di significativo, senz'altro non si può trattare di nulla di preoccupante. Talora è anche sufficiente un modestissimo rigonfiamento dello sbocco esterno (meàto) per sfrangiare il getto. Sulla diagnosi di prostatite non ci esprimiamo, in assenza di esami ed indagini positive, conta soloquanto apprezzato dal nostro Collega durante la visita. Le raccomandiamo di non proseguire l'inconcludente pellegrinaggio tra gli specialsiti, ma di far riferimento solo a quello con il quale lei riesca ad intrattenere un buon rapporto di comunicazione e fiducia.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 324XXX

Innanzitutto la ringrazio per la rosposta ora sono piu tranquillo!comunque con quest ultimo urologo mi trovo benissimo i fastidi si sono ridotti dell 80% quindi con tanta pazienza continuo la terapia con serenita perche in questi mesi ho capito che e essenziale essere sereni e piano piano le cose miglioreranno.ho notato che lo stile di vita e fondamentale!la ringrazio infinitamente per la sua risposta e le auguro una buona giornata!

[#3] dopo  
Utente 324XXX

Gentile dottore vorrei chiederle un ultima cosa.siccome dall uretrocistoscopia si e visto il collo(Leggermente) rilevato e il mio urologo non ci ha dato peso .volevo sapere se:nei prossimi anni e sicura la malattia del collo o ci sono possibilità che questo non accada?..cordiali saluti...

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
la stenosi/sclerosi del collo vescicale ha una base tipicamente congenita, una volta raggiunta l'età adulta non è quindi presumibile una evoluzione dal punto di vista anatomico. Quello che può cambiare è il manifestarsi col tempo di disturbi funzionali. Il suo caso non ci pare comunque indirizzato in questo senso.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente 324XXX

La ringrazio dottore...e grazie del servizio offerto...buona giornata...

[#6] dopo  
Utente 324XXX

Buon giorno dottore vorrei aggiornarla sulla mia situazione...dopo 9 mesi di fastidi diciamo che ora non ho grossi problemi. ..l unico problema che rimane e il getto sfilettato leggermente al mattino e la difficolta a svuotare la vescica sempre ed esclusivamente al mattino...Cioe inizia bene e poi finisce ad intermittenza. ..solo a volte pero...e sempre riconducibile al quadro di prostatite?La ringrazio e le auguro buona giornata. ..

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
i disturbi da prostatite sono più sovente di tipo irritativo (bruciori) o dolore vero e proprio con varie localizzazioni ed irradiazioni. I disturbi del flusso sono invece nel giovane più tipicamente legati ad un qualche difetto, seppure lieve, a livello del collo vescicale. Di questo abbiamo già parlato nel corso dei nostri precedenti contributi

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 324XXX

La ringrazio... e che urino sempre bene tranne la mattina quando so propio pieno...cioe e esclusivamente mattutino per fortuna...le altre volte che urino vado bene...come conferma l uroflussometria...mbha speriamo che rimanga cosi la situazione. ..

[#9] dopo  
Utente 324XXX

Gentile dottore mi scusi se approfitto della sua disponibilita...volevo chiederle se mi chiarisce un dubbio...ieri ho finito la cura con serenoa e oggi ho prenotato l ecografia con residuo post minzionale.volevo sapere se la serenoa potrebbe falsare l esame...la ringrazio in anticipo e le auguro buona giornata.

[#10] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
l'estratto vegetale è un'integratore dall'efficacia tutta da dimostrare, non può realisticamente modificare alcunché a livello di indagini strumentali.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
Utente 324XXX

Gentilissimo come sempre...le auguro buona giornata. ..

[#12] dopo  
Utente 324XXX

carissimo dottore volevo chiederle una cosa...mia moglie e in gravidanza di 7 mesi oggi abbiamo ritirato il tampone vaginale ed e uscito ureaplasma urealyticum e nessun antibiogramma dicono che se ci sarebbe stato il computer l avrebbe calcolato in automatico...ora mia moglie deve vedere la sua ginecologa x la cura...mi chiedevo se fosse opportuno che anche io facessi il tampone uretrale e la spermiocoltura...lei che ne pensa?grazie e buona giornata...

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
se lei non ha in questo momento sintomi irritativi e, soprattutto, secrezione uretrale, l'infezione da Ureaplasma è poco verosimile. D'ogni modo è senz'altro opportuno che eventuali rapporti siano protetti.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 324XXX

e per la gravinanza di mia moglie e pericolosa?..

saluti...

[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
questo aspetto è di competenza ginecologica.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#16] dopo  
Utente 324XXX

la ringrazio ugualmente.gentilissimo come sempre.grazie del servizio che offrite le auguro una buona giornata.


saluti

[#17] dopo  
Utente 324XXX

dottore sono ancora a disturbarla...ho fatto il tampone ed e uscito scritto positivo su sperma all ureaplasma...ora e da una settimana che ho avuto una polmonite e da quando ho iniziato la terapia col cortisone dormo male la notte e urino di piu sempre di notte... 2 3 volte ma cn quantita di urina abbondanti cioe nn mi alzo x due gocce...ora volevo chiederle se crede che la terapia che sto facendo sia alla base del problema di questa minzione notturna o crede che dovrei ricontattare l urologo? la ringrazio buona serata

[#18] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
la terapia con cortisone può alterare in modo significativo il ciclo dei liquidi nell'organismo, e pertanto può influire sulla funzione urinaria. A margine di questo, il fatto che lei abbia contratto una polmonite a 22 anni ci pare piuttosto strano, ci chiediamo se questa sia la sua vera età, oppure vi sia qualche dettaglio nelle sue condizioni di salute del qualche non ci ha parlato.
Per il resto, non ci è chiaro se questo ureaplasma sia stato reperito sul tampone uretrale od alla spermiocoltura ("positivo su sperma"?). Possono essere le stesse intense cure per la polmonite, immaginiamo a base di antibiotici e cortisone, ad aver risvegliato la presenza di questi batteri particolari, con generiche resistenze agli antibiotici più comuni. Se lei in questa fase non lamenta disturbi particolari, diremmo di non affrettarsi ad assumere ulteriori antibiotici, bere moltissima acqua e ripetere gli esami colturali (tampone uretrale E spermiocoltura) tra un mese. Nel frattempo è comunque opportuno che i rapporti sessuali siano protetti.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#19] dopo  
Utente 324XXX

per 22 anni ho 22 anni...a giugno nascera la mia bellissima bimba sono sposato e mia moglie ha subito un aborto a ottobre nel 2012 e dopo 5 mesi sn comparsi tutti i miei disturbi...a quanto mi ha detto il medico del pronto soccorso la polmonite era all inizio mi sn recato in ospedale per febbre che nn passava(sono sempre in mezzo al vento acqua pioggia e sole sia per lavoro he x hobby)...la terapia e stata levoflaxina 1 piu 1/2 capsula al giorno x 7 giorni piu deltacortene 25 mg 1 al giorno x 4 giorni e 1/2 al giorno per tre giorni controllo lunedi...va bene come terapia anche per l ureaplasma?
la ringrazio cm sempre e le auguro buona giornata..

[#20] dopo  
Utente 324XXX

mi scusi mi ero dimenticato di dirle che io ho fatto il tampone uretrale pero sul referto c era scritto su sperma...questa cosa non l ho capita...

[#21] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
la levofloxacina in teoria dovrebbe essere efficace sull'Ureplasma. Sarà comunque il caso di ripetere il tampone uretrale e la spermiocoltura tra 2-3 settimane.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#22] dopo  
Utente 324XXX

la ringrazio come sempre gentilissimo buona giornata...

[#23] dopo  
Utente 324XXX

buon giorno dottore...volevo chedere se l ansia influisce sul flusso urinario...nel senso che mi capita che se a volte vado ad urinare cn poca urina sensa avvertire lo stimolo il flusso e un po piu debole mentre se c e uno stimolo abbastanza importante urino bene...e a volte mi capita che qnd arrivo davanti al bagno mi passa lo stimolo e devo aspettare un po...crede sia un fattore ansiogeno?ps sn molto ansioso...la ringrazio e le auguro una buona giornata...

[#24] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
l'influenza dei fattori emotivi sulla funzione urinaria è addirittura proverbiale, in particolare nel sesso femminile. D'ogni modo, l'ansia è un eccellente amplificatore di tutte le percezioni, in particolare le fastidiose, come può essere anche lo stimolo vescicale.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#25] dopo  
Utente 324XXX

cavolo allora mi sa che mi devo propio rilassare...e che dopo un anno di disturbi sopratutto x una persona ansiosa come me e snervante...e ultimamente mi sn fissato sul flusso urinario...la ringrazio per le risposte che mi da che per me sono molto importanti dal punto di vista psicologico...la ringrazio! buona giornata...

[#26] dopo  
Utente 324XXX

Gentile dottore volevo aggiornarla sul mio stato di salute farle sapere che l altro ieri e nata la mia piccola bimba...ritornando al mio problema volevo dirle che dopo la cura per la polmonite ho passato un paio di settimane stupende come prima dell infezione nelle quali avevo ricontattato il mio urologo che ha detto che la cura era troppo poca e che dopo 20 giorni dovevo farne altri 7 di levofloxacina! Diciamo che dopo le due sett di benessere ho avuto una leggera ricaduta che dopo l antibiotico e nettamente peggiorata ed ora si e ristabilizata ai soliti "leggeri"fastidi...ora dopo 15 giorni dall antibiotico effettuero come chiesto dall urologo tampone e spermocultura...oggi durante la prenotazione il battereologo mi ha detto che la spermocultura prostatite e troppo generica e che andrebbe cercata nel secreto prostatico!
Quindi volevo chiederle:
1) lei cosa ne pensa?(giusto un parere)
2) ho notato che di notte mi alzo una volta al massimo per urinare e fisiologico? Urino dai 300/350 ml in su...e a volte capitavo anche da ragazzino.
La ringrazio dell attenzione e attendo con pazienza una sua risposta...la ringrazio e le auguro buona serata. ..

[#27] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Felicitazioni vivissime a mamma e papà!

L'interpretazione dei risultati della spermiocoltura necessita sempre molta attenzione e deve essere correlata al caso specifico, con le sue manifestazioni ed i suoi disturbi. Questo perché esistono elevate possibilità di falsi positivi da contaminazione, che devono essere valutate criticamente per evitare eventuali terapie antibiotiche inutili e potenzialmente anche controproducenti. Per questo motivo, da tempo si cerca di aumentare la sensibilità dell'esame batteriologico cercando di eseguirlo direttamente sulla secrezione prostatica (posto che sia presente in quantità sufficiente), evocata tramite palpazione rettale nel contesto del cosiddetto "test di Meares". Purtroppo, non vi è nulla di certo in tutto ciò, alcuni specialisti ci credono più di altri, la scelta va al suo urologo di riferimento.
Una sola minzione per notte è considerata accettabile e non solleva più di tanto l'attenzione. dello specialista.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#28] dopo  
Utente 324XXX

La ringrazio per gli auguri e per la sua risposta chiara come sempre...faro i due test e la terro aggiornata! La ringrazio e le auguro una buona giornata!

[#29] dopo  
Utente 324XXX

Buongiorno dottore volevo dirle che ho ritirato il tampone uretrale che e risultato negativo.allora io i sintomi c e li ho ancora (anche se migliorati son comunque fastidiosi) quindi vuol dire che l ureaplasma non centrava nulla...ora non so piu che fare...mi sento messo alle corde e colpito ai fianchi da un avversario che non vedo...mi sento a terra psicologicamente e fisicamente. ..mancano pochi colpi e vado ko...per non parlare di un problema che ho sempre trascurato come il calo della libido e l erezione debole...ho solo 21 anni e mi sembra di averne molti di piu...e il fatto e che influisce anche su chi mi sta intorno...scusi lo sfogo ma a volte capita...la ringrazio di tutte le risposte che mi ha dato e del tempo che mi ha dedicato! GRAZIE! Buona giornata...

[#30] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
i poblemi prostatici a più lunga soluzione sono perlopiù quelli che non risconoscono una causa infettiva diretta. Come avrà percepito, si tratta di situazioni per le quali tutt'oggi non esiste "la cura" di assoluta efficacia, ma eventuali miglioramenti, parziali o sostanziali, sono unicamente basati sulla pazienza ed un buon rapporto di comunicazione e fiducia tra la persona interessata e lo specialista. Concludendo, ricordiamo ancora una volta che spesso in queste situazioni, più che i farmaci, la differenza viene fatta da aziono dirette allo stile di vita, nei cinque aspetti classici dell'alimentazione, idratazione, funzione intestinale, attività fisica e sessuale.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#31] dopo  
Utente 324XXX

Grazie ancora dottore...ma per il mio problema della libido ne devo parlare al mio urologo o esiste un altra fivura medica? Saluti..

[#32] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentle Giovanotto,
le competenze dell'urologo e dell'andrologo si sovrappongono nell'affrontare un problema di deficit erettile. In questo campo, un buon rapporto di comunicazone e fiducia è ancora più importante.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#33] dopo  
Utente 324XXX

Grazie dottore! Le auguro una buona giornata. ..

[#34] dopo  
Utente 324XXX

Gentile dottore sono qui a chiederle un altro parere da una cosa che mi affligge da due giorni...l altra sera dopo aver urinato mi sono controllato i testicoli sentendo in testa al testicolo una massa non dura ma al tatto diciamo che e un po morbida diciamo...preso dal panico ho controllato anche l altro testicolo e mi sembra (magari sbaglio...sono molto spaventato) che ci sia la stessa cosa!e un ammasso che si puo stringere fra due dita sopra il testicolo..ultima visita dall urologo 6 mesi fa con controllo anche dei testicoli...ora puo essere che mi sia fatto ingannare dall epididimo? Non ho nessun dolore o senso di pesantezza...spero in una sua risposta e le auguro una buona giornata. ..

[#35] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Pensiamo proprio che si tratti degli epididimi, li lasci dove sono!
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#36] dopo  
Utente 324XXX

Gentilissimo a sopportare una seccatura come me!la ringrazio e buona giornata!

[#37] dopo  
Utente 324XXX

Gentile dottore è da tanto che non le scrivo e spero che stia bene...volevo dirle grazie per tutte le sue delucidazioni che molte volte mi hanno tirato su il morale...volevo inoltre dirle che da qualche mese la prostatite per me è solo un brutto ricordo...ora volevo chiederle dei consigli...gli esercizi per gli addominali in palestra posso farli?o rischio di fare male al pavimento pelvico?inoltre con le belle giornate vorrei portare mia figlia con la bicicletta...con una bici comoda una decina di km il sabato posso farli?o lei me lo sconsiglia?la ringrazio se vorrà rispondere e le auguro una buona giornata. ..

[#38] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gli "addominali" non hanno nulla a che vedere con il pavimento pelvico, se parliamo di un allenamento ragionevole, non le può fare che del bene. Idem per la sella ... esistono delle evidenti controindicazioni solo nella fase acuta, ma se le cose sono fortunatamente migliorate non c'è da preoccuparsi, anche perché non pensiamo che lei voglia partecipare al Giro d'Italia!
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#39] dopo  
Utente 324XXX

Grazie dottore...buona giornata...

[#40] dopo  
Utente 324XXX

Gentile dottore , buongiorno,e da tanto che non ci sentiamo... volevo aggiornarla sulla mia situazione...i miei sintomi sono diventati dopo la fase acuta molto più blandi...ma quasi sempre presenti...l unica cosa che ho notato è che forse il flusso urinario è leggermente peggiorato...sicuro al mattino e dopo l eiaculazione... le altre minzioni sono a giorni perfette e a giorni molto meno...può essere il collo vescicale rilevato?o magari è solo la prostitute?la ringrazio e le auguro una buona giornata...

[#41] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le prostitute portano perlopiù solo un danno economico ... (!) Se invece lei si riferisce alla prostatite, come certamente avrà già compreso vi è un sottofondo di lievi disturbi cronici con i quali gocoforza bisogna imprare a convivere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#42] dopo  
Utente 324XXX

Si volevo dire prostatite è stata colpa del t9 del telefono... quindi i miei disturbi sono da attribuire alla prostatite è non al collo vescicale...la ringrazio...buona serata