Utente 352XXX
Buongiorno,
Ho 26 anni e in questi ultimi anni ho avuto qualche problema a livello clinico.
Premetto che tre anni fa mia mamma è stata operata per un tumore alla vescica in stadio avanzato.
Due anni fa sono stata operata per una sinovite villonodulare al ginocchio e un seguito sono stata sottoposta a un ciclo di radioterapie.
In seguito ho contratto il clostrydium difficile che è stato curato con una degenza in ospedale.
Detto questo, attualmente il mio problema presumo riguardi la vescica.
Ho sempre sofferto di cistiti due volte l'anno circa (mai attestate da un esame, l'ha sempre supposto il medico sulla base dei sintomi).
Con il monuril sono sempre scomparsi i sintomi.
È ormai quasi un anno che il problema mi si presenta ogni mese, lo scorso mese addirittura tre volte.
Gennaio infatti quasi ogni sabato soffrivo dello stesso disturbo (e ogni volta ho assunto monuril) :
continuo bisogno di urinarie (espellendo minime quantità)
Dolori fortissimi durante la minizione ma non solo, i dolori sono costanti anche mentre sto seduta o sdraiata, camminare mi risulta impossibile.
Ho dolore alla vescica ma soprattutto nella zona del clitoride.
L'unico sollievo temporaneo è bere acqua e bicarbonato e appoggiare sulla zona una bottiglia fredda.
L'urinocultura è negativa.
A luglio ho eseguito una terapia antibiotica, sotto consiglio del medico, ho effettuato dopo un mese l'esame per la conta batterica ed era comunque alta.
Ora però L'urinocultura é negativa.
Non so cosa pensare, potete aiutarmi?
Cosa potrebbe essere? Io inizio a pensare che non sia cistite, ma non sono preparata in materia e non trovo risposte.
Grazie mille di cuore
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Salve
sono quelle condizioni in effetti di difficile gestione sia da parte del paziente che dalla parte del medico curante
in questi casi consiglio sempre innanzitutto anche una visita presso il gastroenterologo per sincerarci dell equilibrio della flora batterica intestinale spesso causa di disturbi infettivi della vescica e nei casi estremi anche una cistoscopia per escludere la presenza di forme quali ad esempio la cistite interstiziale cronica
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.