Utente 143XXX
Buonasera, ho 68 anni e fino a 60 ho avuto una vita, diciamo, normale, in merito all'attività sessuale. Poi ho cominciato ad avere alcuni problemi di mantenimento e così mi sono sottoposto ad una visita urologica dove è stata evidenziata una IPB e mi fu assegnata come cura Xatral e Avodart. Da quel momento ogni anno effettuo una visita di controllo dove risulta tutto in ordine dal PSA alla uroflussometria con residuo. Ciò che ne ha risentito è stata l'attività sessuale alla quale sopperivo con i farmaci per la disfunzione consigliati dal medico curante. In seguito ha cominciato ad avvertire poca sensibilità sulle pareti del pene ed, anche se nei preliminari andava tutto bene, al momento della penetrazione sentivo poco o niente, Dato che questo pensiero mi prendeva al momento del rapporto, si concludeva con un nulla di fatto. Sempre su consiglio del mio medico mi sono rivolto ad un Andrologo che mi ha prescritto un dosaggio ormonale ed una glicemia glicata. Esami risultati nella norma e mi ha detto di sospendere Avodart. Mi ha sottoposto anche ad un Eco-penieno dinamico :La somministrazione ici di PGE1 alla dose di 10 mg ha indotto una pronta erezione seguita da erezione completa. No deviazioni dell'asta. Hardness score= 3 - 4. In B mode c.c. normosviluppati e simmetrici. No aree compatibili con fenomeni flogistici cronici tipo IPP. In ECD progressivo aumento della PSV e riduzione della EDV. Complessi regolari. Non asimmetrie di lato. In conclusione: Normorisposta allo stimolo farmacologico impiegato. no segni di vasculopatia peniena. Poichè l'effetto del farmaco è durato parecchie ore l'unico vantaggio lo ha ricevuto mia moglie ma, io benchè in erezione non provavo piacere. L'andrologo mi ha suggerito una cura di cialis 05 a giorni alterni e assumere alla bisogna Levitra orosolubile. Io sono un tipo sovrappeso e nel 2013 operato di colecistectomia e da quel giorno ho avuto anche problemi ad andare di intestino, cosa che prima ero regolare, il mio medico mi consigliò una cura di Resolor per la mobilità intestinale ma, con scarsi risultati. Faccio presente che circa due anni fa mi sottoposi ad una Colonscopia che risultò tutto regolare.Inoltre sto assumendo Neo Lotan per la pressione e Lucen per reflusso gastrico. Le notizie le ho aggiunte per farvi avere un quadro più completo ma, il motivo per cui chiedo un consulto è quello della sensibilità, per sapere se esistono farmaci o pomate che possano aiutare o se trattasi di un problema psicologico. La Vs risposta mi servirà per la prossima visita urologica a breve. Grazie.

[#1] dopo  
Caro signore,
la poca sensibilità può derivare da sovrappeso, problemi neurologici o psicologici. Ma questo si sa solo visitando. Chieda al collega, in ogni caso vi sono terape specifiche, non miracolistiche, che aiutano. Noi di qua non possiamo farlo ma il collega ovviamente sì.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 143XXX

Grazie per la sollecita risposta.