Utente 482XXX
Ho 74 anni e soffro da parecchi anni di ipertrofia prostatica. Ho eseguito l'ultima visita dall'urologo circa un anno fa con esito negativo. Il mio psa era di 1,79 mg. Il mio medico curante ha ritenuto opportuno la scorsa estate di cambiare Il farmaco abituale, Omnic da 0,4 mg con Teraprost 5mg in vista dell'intervento di cataratta eseguito ad Aprile (occhio destro) ed Ottobre (sinistro). Ho ritirato ieri l'esame relativo al nuovo esame Psa che è risultato essere di 2,13 mg. Vorrei sapere se questa crescita è tale da poter destare allarme. Debbo inoltre far presente che nell'ultimo mese (circa) ho assunto pasticche di un integratore a base di melograno. Potrebbe ciò aver influito sull'esito dell'esame in modo tale da renderlo inattendibile e cioè artificiosamente più basso, e quindi eventualmente meno allarmante di quanto sarebbe stato in realtà? O tale crescita potrebbe dipendere dal cambio di medicina?

Ringrazio anticipatamente per la Vs gentile risposta

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il risultato è ancora ampiamente entro i limiti della norma, considerata l'età e la verosimile presenza di un ingrossamento benigno, che potrebbe giustificare (e rendere non preoccupanti) valori anche parecchio superiori. Ha dunque buone ragioni per stare sereno. Le ricordiamo inoltre che i farmaci alfa-litici (tamsulosina, terazosina ed altri) non hanno comunque alcuna influenza sulla produziine del PSA.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 482XXX

Gentile Dottore la ringrazio per la sollecita risposta. Purtroppo mi sono accorto di aver riportato erroneamente i l valore del penultimo controllo. Mi permetto pertanto di inviarle la sequenza corretta dei valori degli ultimi anni approfittando della sua disponibilità. Tali valori sono dunque come qui di seguito:
Febbr 2014 1,98
Agosto 2015 1,79
Febbr 2017 1,45 (e non 1,79 come prima comunicato)
Febbr 2018 2,13

Pertanto come può vedere c'è stato un aumento di 0,68 decimali dall'anno scorso a quest'anno. Ho letto che la velocità di aumento diventa sospetta se supera i 0,35 in un anno e la cosa ovviamente mi crea ansia. Alla luce di questi valori Lei che ne pensa?

La ringrazio di nuovo e la saluto confidando ancora in una sua risposta