Utente 485XXX
Gentili dottori,
ho 29 anni e da circa 3 mesi mi è stata diagnosticata una prostatite.

Questi sono i sintomi (che lamento da tanti mesi):

sperma spesso denso e con grumi (con lieve e isolato episodio di emospermia), erezione debole, getto dello sperma debole o quasi assente, bruciore.

Ho eseguito i seguenti esami:

-Esame urine e urinocoltura: tutto negativo e nella norma

-Ecografia prostata sovrapubica: il referto parla di prostata di dimensioni normali, simmetrica ad ecostruttura diffusamente disomogenea ed ipoecognea

- Spermiogramma: Numerosi leucociti, presenza di batteri e aggregati, liquefazione incompleta, viscosità aumentata, Macrofagi, Emazie rare e varie anomalie della forma (flagello avvolto,forme allungate, anomalie delle testa).

- Tampone uretrale multiplex (con stimolazione prostatica): Negativo

Mi è stata prescritta la seguente cura:

Supposte di Lenimev e Cialis 5 mg per due mesi.

Siete d'accordo con questo approccio terapeutico e con la diagnosi?

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

segna le indicazioni ricevute.

Detto questo poi le ricordo che, quando sono presenti queste "problematiche urologiche” possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)tenere d'occhio la bilancia, infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;

8)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi ancora comunque che sempre la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 485XXX

Grazie dott. Beretta per la gentile risposta.
Le mie perplessità nascono dal fatto che non mi è stato prescritto un antibiotico (dallo spermiogramma si evince comunque un'infezione in atto).

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Risenta ora il suo urologo e, se antibiogramma presente, rivaluti con lui la necessità di una eventuale antibioticoterapia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 485XXX

Ma il cialis può essere utilizzato anche per la cura della prostatite?
Pensavo all'antibiotico per le condizioni dello sperma (vi sono leucociti, batteri etc.) anche se il tampone risulta negativo per i batteri specifici.

Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006