Utente 125XXX
Egr.Dottori
Mio padre,anni 63, a seguito di una dolenzia al basso ventre ha effettuato in data 15-11-2017 alcuni esami: Ricerca sangue occulto (tre campioni), ricerca calcoprotectina nelle feci, urinocoltura, esame urine entrambi negativi .
PSA 2,14 valore riferimento. fino a 4.
Ha effettuato visita urologica durante la quale è emerso un addensamento.
Effettuata biopsia in data 29,1.2018 con l'esito in oggetto.
E' in lista d'attesa per effettuare :Prostatectomia radicale videolaparascopica alla META' DI APRILE
Attendere tutto questo tempo non renderà vano l'intervento ??

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Si tratta di un tumore a bassa aggressività, ma per la sua estensione all'interno della prostata, anche in considerazione dell'età relativamente giovane, l'indicazione chirurgica è ampiamente condivisibile. L'attesa è da considerare nella media delle strutture pubbliche ed accettabile per il basso rischio di evoluzione della malattia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing