Utente 516XXX
Buongiorno. Chiedo cortesemente un consulto per mio padre, 79 anni con un passato di adenocarcinoma al colon (operato nel 2012) e un melanoma in situ (intervento del 2015). PSA alto da tanti anni, febbre prostatiche idem, a seguito di tac, richiesta dall’urologo, ha effettuato biopsia prostatica con il seguente referto: referto macroscopico A): 5 frustoli di mm 13-13-15-15-15 1 cit. B) 5 frustoli di mm 6-15-10-15-15. Referto microscopico: A) 4 dei 5 frustoli di tessuto prostatico inviati sono sede di infiltrazione neoplastica da adenocarcinoma Grade Group 3 (Gleason Group 4+3) coinvolgenti dal 70 al 90 % dei frustoli interessati; B) 4 dei 5 frustoli di tessuto prostatico inviati sono sede di infiltrazione neoplastica da adenocarcinoma Grade Group 3 (Gleason Group 4+3) coinvolgenti dal 50 al 90 % dei frustoli interessati . Dobbiamo riprendere appuntamento con l’urologo a questo punto, che già ci aveva anticipato che, vista l’età, si potrebbe pensare di eviatre l’intervento ma di ricorrere a cure farmacologiche. Di fatto mio padre non ha grossi problemi cardiaci, vorrei cercare di capire quale potrebbe essere la strada migliore.
Grazie a chi vorrà gentilmente rispondere e buon anno.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utente,
la strada migliore è da valutare insieme a suo padre e allo speciasta di riferimento. A naso, opterei per terapia medica, tuttavia sarà necessario eseguire certamente degli esami di stagnazione.
Stia serena, ci tenga aggiornati.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Grazie mille Dottore. La Sua risposta, seppur - naturalmente - di massima, mi conforta. Sbirciando in rete avrei capito che si tratta di grado di aggressività medio/medio alto, è corretto?
Cmq domani contatteremo l'urologo e forse l'oncologo che lo ha seguito per il colon.
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile signora,
Vanno considerate altre cose oltre al l'aggressività del tipo istologico, come il PSA e l'estensione della patologia.
In ogni caso è comunque necessaria una stadiazione (su hi scritto erroneamente stagnazione).
Di solito gli esami da eseguire in prima istanza sono TC addome completo con e senza mezzo di contrasto e una scintigrafia ossea Total body.
Ma di questo ne parlerà certamente con i suoi riferimenti.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#4] dopo  
Utente 516XXX

Grazie infinite dottore per aver messo a disposizione la Sua competenza.
Faremo tutto ciò che c'è da fare.
Cordialità