Utente 495XXX
Buongiorno a tutti, ho 26 anni e sono un ragazzo che fa sport. circa 3 mesi fa, dopo aver ricevuto del sesso orale, ho avuto un infezione che ho curato con un ciclo di Ciproxin 500. In seguito però ho continuato ad avere vari problemi come dolore ai testicoli e bruciore del pene anche durante l’orgasmo e dolori in zona anale. Urinocltura, spermiocultura, tampone uretrale tutto negativ.Quindi il mio urologo mi ha diagnosticato una prostatite e mi ha dato da prendere pollidec 2 volte a giorno per 2 mesi e vls3 per 10 giorni per 2 mes, dieta sana, abolizione di alcol e fumo. Seguendo alla lettera queste indicazioni, a distanza di un mese, sto decisamente meglio, tranne alcuni fastidi durante l’orgasmo. Oggi ho iniziato il secondo ciclo di vls3 e ho avuto un’amica forte scarica di diarrea. È normale? Mi chiedevo inoltre se fosse possibile guarire completamente da una prostatite o se sarò costretto a conviverci con il resto della mia vita.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Come lei avrà certamente compreso, la prostatite tende a cronicizzarsi molto facilmente, a meno che si tratti di manifestazioni acutissime con febbre elevata. Non è detto che i disturbi debbano essere continui, ma è abbastanza frequente che nel corso della vita vi siano delle oscillazioni, di cui talora si riesce a riconoscere la causa, altre volte no. Ovviamente non si possono assumere farmaci a tempo indeterminato. Più che altro valgono le attenzioni scrupolose allo stile di vita, che deve essere improntato ad una complessiva regolarità.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing