Utente 505XXX
Buongiorno,
ho effettuato il mio primo test di Stamey il 31/07/2018, risultato positivo all'Enterococcus faecalis ceppo 1 con le seguenti cariche:

- urina post-massaggio - > 1000 CFU/ml;
- urina pre-mass. uretrale - > 100000 CFU/ml;
- urina pre-mass. vescicale - > 100000 CFU/ml.

Dal 06/08/2018 ho fato cura antibiotica con amoxicillina acido clavulanico (ceppo 1 sensibile < =2 all'ampicillina) su indicazione del medico di base e sulla base dell'antibiogramma.

Vorrei fare due verifiche:

- Rifare il test di Stamey per verificare l'effetto della cura antibiotica;
- Verificare di non avere nella circolazione sanguigna il batterio (per evitare rischio endocardite).

Le mie domande sono:

1) Quanto tempo deve passare tra un test di Stamey e l'altro per avere risultati il più veritieri possibile?
2) È suggerita un'emocoltura per verificare la presenza dell'enterococcus nel sangue o è un test superfluo in questo caso?

Grazie mille per le risposte.

[#1] dopo  
L emocoltura non le serve non credo proprio che, visto i suoi dati, possa avere una setticemia. Aspetti 40 giorni dalla somministrazione del ultimo antibiotico prima di fare test di stamey
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Grazie mille Dottore, gentilissimo.

Immagino che, nel caso in cui il test di Stamey dia ancora risultati positivi, dovrò fare altre terapie antibiotiche come indicato nell'antibiogramma.

Un'ulteriore domanda: è possibile avere rapporti sessuali protetti in questo lasso di tempo o si rischia l'effetto "ping pong" con la partner?