Utente cancellato
Questo il referto dell'esame effettuato in data Odierna.
Che probabilità ho di vivere????
Sono disperato.

EcocolorDoppler Scrotale
Motivo dell’esame: Tumefazione didimo ds
Il didimo destro è ingrandito e quasi del tutto sovvertito da una formazione espansiva ad ecostruttura disomogenea di 6,4 X 4cm,ipervascolarizzata al color doppler.
Nella sottile porzione subcentimetrica di parenchima didimario al polo superiore del didimo ds non coinvolta nel processo descritto si rilevano microcalcificazioni di 5mm.
Anche Il didimo sn Presenta microcalcificazioni in assenza di lesioni focali.
Conclusioni: lesione espansiva del Testicolo Destro. Reperto compatibile con processo eteroplastico e si rimanda alla valutazione urologica.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in presenza di una neoplasia testicolare, come sembrerebbe nel suo caso, il primo passo da fare generalmente e purtroppo è quasi sempre l’asportazione del testicolo interessato.

Detto questo però bisogna anche sottolineare una notizia estremamente positiva e cioè che oggi la sopravvivenza, a lungo termine, in chi ha avuto un tumore del testicolo, preso nelle tempistiche corrette, si avvicina molto alla percentuale del 100%.

Bisogna ora risentire il suo urologo di fiducia e con lui seguire attentamente tutte le indicazioni cliniche che le darà in diretta.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
510406

dal 2018
Dottore lei parla di una percentuale di guarigione vicina al 100% a 5 anni vero???? E dopo?
Partendo dal Presupposto che remissione é differente da Guarigione la sopravvivenza sarebbe ugualmente inferiore alla Popolazione Sana e cioè se la Vita media di un uomo si attesta a 78 anni un malato oncologico(seppur di tumore con favorevole prognosi)invece non vivrebbe oltre i 10-15 anni corretto?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dove ha trovato queste informazioni un po’ fantasiose?

Ci sono uomini che hanno avuto un tumore testicolare risolto, hanno avuto figli e successivamente una vita normale ben "oltre i 10-15 anni ...”

Piuttosto, se confermata la diagnosi, si preoccupi eventualmente di crioconservare il suo liquido seminale prima di iniziare il suo iter terapeutico.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
510406

dal 2018
Mille Grazie dottore. Sul web hotrovato le informazioni ed ho letto pure che Remissione é cosa diversa da Guarigione. L'Oncologia parla di assenza di Malattia quando l'immagine conferma l'assenza di lesione.
Guarigione Significa invece malattia vinta,nessun Conttrollo,nessun Follow-Up,almeno mi pare sia così.
Diversamente mi contraddica ne sarei pure felice.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/336-tumore-al-testicolo-come-preservare-la-fertilita.html

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
510406

dal 2018
Molto chiaro l'articolo riportato anche se non ha risposto alla mia domanda! Nessun malato oncologico ha una sopravvivenza come tutti.. magari....

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,,

in questi casi mai generalizzare, ogni caso oncologico ha le sue caratteristiche prognostiche specifiche che devono essere nel particolare valutate.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
510406

dal 2018
Dr. Beretta lei mai operato il cancro al testicolo? Se si vorrei porle delle domande....specifiche!

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

41 anni di attività clinica in urologia mi hanno purtroppo portato a dover affrontare chirurgicamente anche questo problema clinico.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
510406

dal 2018
Onestamente la facevo molto giovane. Ciò detto la Beta HCG é 18.9ui/l a questo punto mi chiedo avendo gli altri Marker nella norma a che stadio potrebbe essere la malattia. Aspetto cmq che il chirurgo mi chiami dall'ospedale per operarmi. Secondo la sua esperienza potrebbe trattarsi solo di un tumore testicolare ovvero di un linfoma o(forse scrivo una assurdità)ci sono remote possibilità di lesione benigna??? Grazie mille

[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Purtroppo non tutti i tumori testicolari positivizzano i marker ma il fatto che questi sono nella norma è comunque un dato positivo e ci si sposta, se presente neoplasia, verso le patologie meno aggressive e più facili da debellare.

Continui a seguire le indicazioni del suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
510406

dal 2018
Dottor Beretta la Beta-HCG a 18.9ui/L verso che tumore indirizzerebbe,Seminoma o Non Seminoma??? So che serve l'Istologico ma vorrei sapere in basa ai dati della Scienza oltre alla sua Esperienza. La ringrazio ,inoltre,per la sua professionalità!

[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E’ un valore non elevatissimo e potrebbe essere compatibile con un seminoma.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#14] dopo  
510406

dal 2018
dimentico quindi l'abbaglio e dil sogno di un cancro ai Testicoli???? GRAZIE PER LA SUA PROFESSIONALITA'!!!!

[#15] dopo  
510406

dal 2018
Dottor Beretta é normale che in una orchifunicolectomia il testicolo con un cancro venga rimosso dallo scroto e non per via INGUINALE?
RISCHIO DISSEMINAZIONE???

[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ridiscuta con il suo urologo tutta la sua situazione clinica, veramente un po’ confusa e, se altri dubbi, bene sentire in diretta anche una terza campana.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
510406

dal 2018
Egregio dottore la ringrazio anzitutto per la sua risposta ma le mie informazioni non sono confuse anzi...
Non sono un medico e per tale motivazione chiedo quanto ho appreso dell'intervento!
Voi forse vi attenete a delle linee guida e aggettivate il paziente con tali sinonimi.
Era solo per capire,per essere breve e celere il chirurgo dell'equipe mi ha spiegato che se il testicolo non può venire rimosso per via inguinale(dimensione eccessiva???)potrebbe essere asportato dalla via scrotale.
Da qui le paure di disseminazione, cosa diversa dalla non fiducia per appellarsi ad un altro Urologo.
Se possibile mi spieghi.
Grazie mille in anticipo.

[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

situazione sempre più confusa, quella che lei mi sta narrando; io sentirei, visto anche che pure lei mi sembra abbia perso fiducia e dubiti delle indicazioni ricevute dall’urologo consultato, un’altra “campana".

Detto questo poi generalmente, quando si sospetta un problema oncologico, l’esplorazione chirurgica è inguinale e, in situazioni molto particolari, si può anche usare una "doppia via".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
510406

dal 2018
Dottore molto probabilmente non ha considerato che nei Policlinici universitari ci sono equipe di medici,che forse ha lavorato sempre in piccolissimi ospedali di paese. Nessuno ha detto di aver perso fiducia,diversamente ho chiesto delucidazioni che il medico magari non mi ha dato per mancanza di tempo. Capisco pure la confusione per chi(probabilmente) ha lavorato sempre nel settore delle cliniche o fatto riferimento a consulti in Studi Privati.
Cordialmente.

[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le delucidazioni che le posso dare è sempre questa:

"generalmente, quando si sospetta un problema oncologico, a livello del testicolo, l’esplorazione chirurgica è inguinale e, in situazioni molto particolari, si può anche usare una "doppia via, cioè inguinale e scrotale".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#21] dopo  
510406

dal 2018
Egregio dottor Beretta ho effettuato l'Orchifunicolectomia e ho eseguto una TC Total Body con e senza mdc,il medico a cui ho chesto delucidazioni dopo l'esame radiologico pare mi abbia fatto capire che ci siano Metastasi(dove non mi é stato comunicato);in attesa del referto completo e dell'Istologico che mi consegneranno entro i 15 gg volevo chiederle quali sono le sedi principali di metastatizzazione e se in questo caso debba già pensare ad una malattia molto avanzata nonostante il chirurgo fosse stato molto positivo dopo l'intervento riferendomi che secondo lui il cancro era confinato quasi esclusivamente a livello testicolare!
La ringrazio in anticipo ,ovviamente l'aggiornerò con risultati più precisi.

[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non metta il carro davanti ai buoi, aspettiamo ora, senza drammatizzare, l'esito dell'indagine appena fatta.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#23] dopo  
510406

dal 2018
SALVE HO RITIRATO TUTTO MA HO DIVERSI DUBBI E L'ONCOLOGO NON MI HA SPIEGATO MOLTO,IN ATTESA DI RIVEDERLO TRA 30 GG RIPORTO GLI ESAMI.
TC Referto
Tc Cranio senza e con mdc,Tc addome senza e con mdc,Tc torace senza e con mdc(incluso hrct)
TC cranio/encefalo senza e con mdc.
In indagine eseguita in corso di stadiazione non si apprezzano chiare alterazioni densitometriche focali a significato secondario a livello delle struttre encefaliche e di quelle della fossa cranica posteriore.
Tc torace senza e con mdc (incluso hrct)
Due micronoduli,puntiformi,uno al segmento laterale del lobo inferiore sinistro ed uno al segmento apicale del lobo inferiore destro,sub-trattino pleurici,di dimensioni troppo piccole per poter essere tipizzati,per cui si consiglia prudenziale controllo evolutivo.
Non ulteriori lesioni parenchimali a focolaio in atto a carico dei restanti segmenti polmonari.
Non linfo-adenopatie di dimensioni significative né versamenti pleuro-pericardici.
TC Addome completo con e senza mdc.
Lo studio condotto a livello addominale ha dimostrato fegato con puntiforme immagine nodulare,ipodensa sia prima che dopo mdc a livello della cupola epatica,da riferire pertanto a formazione cistica.
Non ulteriori formazioni nodulari a chiaro significato secondario,apprezzabili a carico dei restanti segmenti epatici.
Asse spleno-mesenterico-portale pervio.
Colicisti distesa alitisiaca. Non dilatazioni delle vie biliari.
Vescica distesa,alititiasica.
Esiti del recente intervento di Orchifunilectomia con alcune bolle di aria libera a livello dei tessuti molli circostanti.
Minima quota di versamento libero in sede pelvica.
Alcune sub-centimetriche formazioni linfonodali sono apprezzabili in sede inguinale bilaterale;non ulteriori lesioni focali a carico di pancreas,milza,surreni,reni.
Non linfo-adenopatie di dimensioni significative in sede intra e retroperitoneale.
Lo studio condotto con finestra per osso ha dimostrato un’alterazione osteo-strutturale focale,sub centimetrica,a livello della sincondrosi sacroiliaca di sinistra,da riferire in prima ipotesi ad isola di compatta ossea;non ulterori alterazioni osteo strutturali focali,in particolare di chiaro significato secondario,apprezzabili con l’attuale metodica di indagine,a carico dei segmenti ossei presi in esame.

Referto Istologico Testicolo Destro:
Sede e procedura: TESTICOLO DESTRO,ESAME DI ORGANO,IN TOTO O IN PARTE.
DESCRIZIONE MACROSCOPICA: didimo epididimo di centimetri 6,5 e funicolo di cm 6.
Il didimo appare completamente sostituito da lesione grigiatra con aree emorragiche.
1a margine del funicolo
1b funicolo
1c—lj didimo epididimo e tumore
(MF/AP)
DIAGNOSI
NEOPLASIA TESTICOLARE MALIGNA DELLA SERIE GERMINALE.
ISTOTIPO: SEMINOMA CLASSICO(DIAMETRO MASSIMO >3CM)
INVASIONE LINFO-VASCOLARE: PRESENTE.
LA NEOPLASIA INFILTRA IL TESSUTO ADIPOSO ILARE.
NEOPLASIA GERMINALE IN SITU: NON VALUTABILE.
STADIO Pt2NxMxSX (sec. AJCC 8TH 2016).
Alla luce di ciò gradierei conoscere lo stadio(ancora non ho capito bene il referto,l'estensione del cancro e le cure se possibili).

Markers Gonadotrop. Corionica HCG 2.6 vn <2
Prima era 18.9
Grazie mille....

[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

per quanto riguarda lo stadio le posso dire che :

-pT2 significa tumore limitato al testicolo e epididimo con invasione vascolare linfatica;

-NX i linfonodi regionali non possono essere valutati;

-MX anche le metastasi a distanza non possono essere valutate e

-Sx significa che gli studi sui marcatori nel siero non sono disponibili o non erano ancora sono stati eseguiti.

Detto questo sulla prognosi precisa ma soprattutto sulle cure possibili, non potendo qui farle un trattato di terapia oncologica complesso, la rimando per una indicazione corretta e non confusa sempre al suo oncologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#25] dopo  
510406

dal 2018
Mi perdoni una cosa,capisco che le sigle da lei citate non possono dire molto ma quelle lesioni al Polmone depongono per uno stadio III corretto???
I markers ci sono ed ho scritto che la beta HCG é scesa a 2.6 . Chiedo pertanto se potrebbe ,almeno ,chiarirmi il significato delle lesioni della TC! È assurdo attendere un mese se il cancro fosse allo stadio III ... Trattasi di seminoma puro o neppure???
Mille grazie...

[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

per evitare messaggi non mirati e forse non corretti, che possono creare altri dubbi, ansie e paure, bene fare queste domande specifiche al team che la sta seguendo in diretta, cioè i medici che l'hanno operata e che hanno esaminato realmente le sue indagini d'immagine e che conoscono nel concreto la sua reale ed attuale situazione clinica complessa; da questa postazione noi possiamo darle solo indicazioni molto generali; quindi bene sentire o risentire ora in diretta il suo urologo ed il suo oncologo di fiducia e a loro fare riferimento sulle questioni cliniche non semplici che lei qui pone.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#27] dopo  
510406

dal 2018
Le paure,l'ansia di sbagliare le ha lei non io ... Non distinguere lesioni ovvero metastasi e scrivere che non trattasi di Stadio III é assurdo. Le poche info che mi ha fornito potrebbe capirle anche chi ha la licenza elementare direi... Chiederò a chi mi segue, cordialmente.
Un urologo dovrebbe comunque anche sapere dare spiegazioni su una TC,non le ho chiesto l'istologico di micronoduli non tipizzati.

[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non gentile lettore.

si legga attentamente e bene quello da le è stato scritto nel referto, che lei allega: "Due micronoduli, puntiformi, uno al segmento laterale del lobo inferiore sinistro ed uno al segmento apicale del lobo inferiore destro, sub-trattino pleurici, di dimensioni troppo piccole per poter essere tipizzati, per cui si consiglia prudenziale controllo evolutivo.”

Non sembrano indicare sicure metastasi ed infatti lo stadio che le hanno dato è questo: Pt2 Nx Mx SX (sec. AJCC 8TH 2016).

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com