Utente 528XXX
Salve, 20 giorni fa sono iniziati i miei problemi. al risveglio, urinando, ho avvertito i primi fastidi ma pensavo semplicemente di aver bevuto poco e non c'ho dato peso.La mattina seguente ho la febbre a 40 e fastidi a urinare allora mi viene prescritto ciproxin 500mg due volte al di. Nei due giorni seguenti la febbre resta alta e di notte sudo 5-6 volte in maniera pazzesca allora la guardia medica mi consiglia di andare al pronto soccorso. Li mi fanno esplorazione rettale ed esami del sangue e mi viene diagnosticata una prostatite batterica acuta! Mi dicono di proseguire con il ciproxin due volte al di per almeno altre tre settimane e di aggiungere topster per 10 giorni e permixon per 30 giorni. Col passare dei giorni le cose non miglioravano(l'unica differenza è stata che almeno la febbre è andata via e non è più tornata).Il medico di famiglia allora mi ha detto di prendere deltacortene 25mg per 5-6 giorni.Fatto anche questo le cose sembravano addirittura peggiorate ora stamane sempre il medico di base mi ha detto di cambiare terapia, interrompere il ciproxin e prendere il pantoxon mescolato al bentelan per 6 giorni intramuscolo.Ora io sono un pò spaventato a riguardo cosa mi consigliate?ma attualmente ci sono esami che dovrei fare?aggiungo che in questi 20 giorni mi son masturbato 3 volte per capire un po se provavo dolore e non ne provo ma la prima volta ho eiaculato marrone la secondo rosso vivo e la terza marrone con un finale bianco cosa significa?mi consigliate comunque di continuare a farlo ogni tot giorni?
Riassumendo comunque il maggior fastidio che ho è che urino tantissime volte al giorno sicuramente oltre 15, a volte getto forte a volte lento, pochissimo bruciore, un po di difficoltà erettive, e dolore fastidio lungo tutto il canale sotto il pene.
Ho bisogno di consigli per non sbagliare terapie,per non perder tempo facendo cure inutili.
Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se la febbre è scomparsa, verosimilmente l'infezione è già stata debellata, restano invece le sequele infiammatorie di questa prostatite acuta, piuttosto intensa a quanto pare. Cetamente si andrà incontro ad una graduale stabilizzazione, che potrebbe durare anche parecchie settimane. Il suo urologo potrebbe valutare se sia opportuno associare transitoriamente alla terapia anche un farmaco alfa-litico, per permetterle un flusso urinario più libero.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Salve e grazie mille per la sua gentile risposta.Ci sono delle novità..ho iniziato la cura in siringhe con il pantoxon e il bentelan, sono alla quarta iniezione, e il dolore nella parte posteriore del pene e quasi scomparso, mi è diminuita sensibilmente l'urgenza urinaria al punto che riesco addirittura a dormire di notte senza dovermi svegliare per urinare e durante il giorno va molto meglio(sembra esser scomparso anche il calore..bruciore).
Ma ci sono purtroppo delle novità, due giorni fa mi si era gonfiata la vena dorsale del pene(che ora invece sembra tornata normale) e da oggi ho purtroppo notato che il pene che fa comunque difficoltà ad avere e mantenere un'erezione, ha preso a curvare da un lato(mai successo prima d'ora).cosa può essere accaduto?non provo dolore però, neppure in eiaculazione.nelle ultime 4 settimane da quando è iniziato il tutto mi sono masturbato 4 volte, alla media di una volta a settimana, riassumendo; la prima volta sperma marrone scuro la secondo rosso vivo la terza marrone scuro e bianco e oggi marroncino chiaro e bianco ma con l'aggiunta di palline gelatinose e ho anche avvertito difficoltà in uscita dello sperma..come se facesse difficoltà a venir fuori e l'orgasmo mi da comunque una sensazione strana diversa da quella a cui sono abituato. Ora a questo punto sono di nuovo alla ricerca di consigli..spiegazioni a riguardo.Ringrazio anticipatamente chiunque volesse rispondermi

[#3] dopo  
Utente 528XXX

E volevo aggiungere al quesito precedente..la masturbazione effettuata una volta a settimana è pratica sconsigliata in questo caso?..e ancora..il fatto che io non abbia ancora mai effettuato ne tampone uretrale ne urinocoltura ne spermiocultura può essere un problema?dovrei fare secondo voi una qualche indagine in questo momento?secondo voi gentilissimi dottori se si quale?..grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Diremmo che evitare la congestione della ghiandola con uno scarico periodico possa essere considerato salutare. Ad una visita urologica diretta si potrà decidere sull'opportunità di eseguire accertamenti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente 528XXX

Dottore la ringrazio ancora per la risposta ma devo aggiungere che i fastidi che le punture di bentelan miste ad antibiotico avevano quasi del tutto fatto sparire, dopo la masturbazione di oggi son tornati, e aggiungo che il pene in una sola giornata mi si sta storcendo a vista d'occhio e fa tipo fatica a rientrare nel prepuzio quasi come fosse diventato più grande il glande o che si sia gonfiata la pelle del prepuzio o che si sia storto qualcosa e tira, lo so che andrebbe visto da una specialista ma cosa potrebbe mai essere successo?sento dolore al canale che passa sotto il pene, se volesse qualcuno intanto dirmi qualcosa a riguardo in attesa di visita specialistica gliene sarei molto grato

[#6] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A distanza è impossibile esprimere giudizi su una situazione così specifica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing