Utente 388XXX
Buongiorno Dottore,
innanzi tutto scusi il disturbo.
Volevo un consiglio. Premetto che sono da 15 giorni guarita da bronchite con cura antibiotica di 7 giorni , e ammetto, purtroppo,che
bevo pochissimo durante la giornata.
Sabato scorso, di sera, andando in bagno ho urinato sangue rosso vivo copiosamente. Dolori al basso ventre ..niente bruciore
Consigliata dal medico della guardia medica ho preso Monuril senza nessuna risultato.
Lunedi il mio medico mi ha dato l'antibiotico LEVOXIGRAM 500 mg - 1 al giorno.
Martedì ho fatto l'urinocoltura : Conta leucocitaria 8 - Cellule epiteliali 3 - Conduttività 22
Valutazione della batteriuria : assenza
Nello stesso giorno ho fatto eco vescica...esito:
Reni in sede, nella norma per dimensioni e morfologia, con conservata differenziazione parenchimo-centrale e conservato spessore
dell'anello parenchimale.
Non riconoscibili formazioni litiasiche.
Omogeneo il tessuto adiposo peri-anale.
Non dilatate le cavità calico-pieliche d'ambo i lati.
Vescica distesa, con pareti regolari, indenne da lesioni aggettanti endoluminali, si riconosce contenuto finemente corpuscolato
disposto esclusivamente in sede declive.
Visibili gli ureteral jets.
Completo svuotamento vescicale post minzione.
Utero AVF, noto fibroma calcifico di 3 cm.
Non versamento libero pelvi.
Ho fatto a fine novembre controllo ginecologo con pap test. Ok la visita,esito infiammatorio per quanto riguarda l'esame.
A tutt'ora riscontro specialmente al mattino un pochino di sangue alla fine minzione sulla carta igienica con bruciore dopo l'atto.
Attualmente sto prendendo ancora l'antibiotico che dovrei continuare per 10 giorni.
Scusi ancora, e grazie per l'attenzione.
Tiziana Brivio

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il quadro parrebbe compatibile con la fase risolutiva di una cistite emorragica. E' possibile che qualche disturbo irritativo sia destinato a permanere ancora per qualche tempo. Sarà il caso di ripetere l'esame delle urine e l'urocoltura una decina di giorni dopo la conclusione della terapia antibiotica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing