Utente 410XXX
Salve,
Vi presento brevemente il mio caso. Ho partorito con parto naturale a fine dicembre. Il parto è andato bene ma è stato indotto per rottura delle acque ma assenza di contrazioni, è stato molto lungo e doloroso perché la bambina era posizionata male. Mi hanno anche fatto episiotomia. Da quando ho partorito ho sempre avuto necessità di urinare frequentemente ma senza fastidi particolari e ho incontinenza sotto sforzo. Circa tre settimane dopo aver urinato durante la notte, e solo dopo essermi stesa di nuovo sul letto ho avuto dei dolori acuti come se mi infilassero qualcosa nell'uretra, e ho continuato ad avere indolensimento alla vescica e sensaIone di dover urinare continuamente. Due giorni dopo sono andata alla visita ginecologica programmata dopo il parto e la mia ginecologa mi dice che è tutto ok che ho probabilmente solo una cistite. Mi ha prescritto degli abtibiotci senza fare alcun esame delle urine. Finita la cura di antibiotico sono stata meglio 4 giorni e i dolori sono ritornati. I dolori sono sempre dopo aver urinato soprattutto se in grandi quantità e assocati a movimenti tipo piegarsi, stendersi. Due giorni fa ho anche notato che avevo fastidio nell'area vaginale dopo aver camminato come se avessi un qualcosa in vagina. Mi sono controllata con uno specchio e ho visto che c'è effettivamente una massa tondegginte morbida all'entrata. Mi sono controllata in diverse psizioni ed ho notato che questa massa è visibile solo in piedi o seduta e non distesa. Mia madre che in passato ha avuto un prolasso dell'utero mi ha suggerito che ptrebbe trattarsi di quello. Ne ho parlato con la mia ginecologa la quale non ha voluto rivisitarmi e insiste a dire che ho solo una cistite. Io sospetto di avere un prolasso vescicale o dell'utero ma la mia ginecologa mi ha fatto sentire stupida e non so se devo andare da un urologo o da un altro ginecologo. Potete dirmi cortesemente cosa pensate? Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ovviamente in una situazione simile, la bvalutazione obiettiva diretta è essenziale. Vi sonon molti elementi in quanto ci riferisce che portano a pensare ad un risentimento dei muscoli dell'area perineale in seguito al parto difficoltoso (distocico). Riteniamo che sia opportuna la valutazione di un nostro Collega specialista con definite competenze nell'urologia funzionale (cd. neuro-urologo od uro-ginecologo).
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing