La tecnica rezum per l'ipertrofia prostatica

Buongiorno a tutti i Medici ed Utenti di Medicitalia.
Ho letto un articolo che menzionava l'intervento denominato "Rezum" per l'ipetrofia prostatica.
Vorrei sapere se gli
urologi lo ritengono un intervento affidabile e con buone percentuali di successo (anche nel caso di terzo lobo prostatico aggettante in vescica) e nello specifico che tipo di anestesia si utilizza per l'esecuzione dell'intervento.
grazie.
paolo.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 26,9k 1,3k 15
Si tratta di una procedura mini-invasiva tutto sommato promettente, ma ancora troppo poco diffusa per poterne dare un giudizio definitivo. Questo sarà ragionevolmente possisbile tra un paio d'anni. Queste tecniche sono in linea di massima adatte alla gestione di ingrossamenti sintomatici di piccola e media entità. L'intervento si esegue in anestesia locale (infiltrazione) oppure più facilmente periferica (spinale). Dopo la procedura, è necessario portare il catetere vescicale mediamente per 7 giorni.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio