Chiarimenti su referto visita urologica

Gentili dottori,
In seguito a urgenza minzionale ho fatto accertamenti.

Al controllo è risultato
Metto valido
Polliachiuria minimo 7/8 al giorno, bevo molto 2, 5 litri.

Minima nicturia 1
Non esitazione iniziale, no sgocciolamento finale, svuotamento completo...
Urgenza minzionale
Minimo brucioremi minzionale
Urine chiare
Eco addome, iniziale iperplasia prostata 50 cc,
Ipp 2, 4 cm
Didimi e epidimi nei limiti
Esplorazione digito rettale, minimo aumento di consistenza basale paramediano destro.

Non bevo, non fumo no familiarità etc.

Psa non effettuato.


Urologo Mi ha prescritto
Monuril per 2 gg
Poi brufen 600 per 5 gg
Poi riflog per 7gg
Cardura 2 mg, prostamol e telefil mezza compressa da 5 mg, tutto per 3 mesi.


Prossimo controllo a settembre con psa esami urine con cultura, ecc.


Premetto che si tratta di uno stimato professionista medico chirurgo specializzato in urologia.


Io sono molto ansioso e ho chiesto se mi devo preoccupare del minimo aumento consistenza paramediano.

Mi ha detto che non mi devo assolutamente preoccupare perché diversamente mi avrebbe fatto fare subito ulteriori accertamenti.


Non credo che un medico possa omettere delle cose oppure dire mezze verità per tranquillizzare il paziente.


Gradirei un vostro parere, vorrei vivere più serenamente, la mia ansia mi crea problemi anche se razionalmente capisco che mi devo fidare del medico senza rimuginare su tutto.


Grazie
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 27k 1,3k 15
Ovviamente a distanza ed ina assenza di una indispensabile valutazione diretta, noi non possiamo affermare alcunché, se non confermare quanto espresso dal nostro Collega, di cui non abbiamo motivo per dubitare. Il Collega ha anche prescritto una abbondante e multiforme terapia, che probabilmente non rientra nelle nostre abitudini in questi casi, ma ognuno di noi si basa principalmente sulla sua personale esperienza. Stia quindi sereno e segua le indicazioni che le sono state impartite.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr. Piana,
innanzitutto grazie per la risposta.
Ho letto molti suoi consulti e sono sinceramente assai contento del suo interessamento.

Premetto che se considero la esperienza "sul campo" del mio urologo, non posso che sentirmi in buone mani, seguirò scrupolosamente la terapia prescrittami.
Questo me lo dice la parte razionale del mio cervello, fidati del tuo medico e non leggere troppe cose su internet...

Il problema è dato da la parte "non razionale", che prevale quando ho a che fare con un camice bianco. Sono in cura da uno psicoterapeuta, so di avere un problema di ansia. Soffro di iatrofobia e ho paura di qualunque visita medica o accertamento che possa diagnosticarmi una malattia grave, anche se non ho nessun disturbo.
Mi faccio sempre mille domande e rimugino, non sono sereno.

Quindi per andare diritto alla questione, ho paura che dietro questo "minimo aumento di consistenza basale paramediano destro" possa esserci una neoplasia e mi chiedo perchè il mio medico non abbia ritenuto opportuno fare altri approfondimenti, mi chiedo perchè posso stare sereno.

Lui mi ha detto che non devo essere assolutamente preoccupato per questo, ci vediamo tra tre mesi con psa (che non ho mai fatto ), e vediamo i risultati della terapia.

Esiste un motivo per cui una prostata possa essere minimamente aumentata di consistenza in una parte senza che questo dipenda necessariamente da un tumore? Forse perchè la palpazione è difficilmente oggettivabile in questo caso a meno che non si senta chiaramente un nodulo o una consistenza molto diversa dal normale?

Se ho spiegato bene capito il mio stato emotivo cerchi di aiutarmi. se può.

Poi, secondo lei, la terapia che mi ha dato è "sovradimensionata"? "...abbondante e multiforme che non rientra nelle nostre abitudini.."

Grazie per l'attenzione, un caro saluto.
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 27k 1,3k 15
Come le abbiamo già accennato, le dimensioni e le caratteristiche della sua prostata sono rimaste nel dito e nel pensiero del suo urologo, su questo noi a distanza non possiamo commentare nulla. Diamo però per scontato che se lei si sottoponesse ad un’altra visita (senza accennare alla prima) probabilmente otterrebbe un responso un poco diverso e cure forse simili, ma differenti come scelta di prodotti. Questo perché in medicina non esistono certezze ma solo probabilità, di questo è meglio che se ne faccia una ragione invece di coltivare dubbi del tutto inutilmente.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dr. Piana, cercherò di dominare la mia ansia.

una ultima domanda riguardo la terapia.
devo prendere per tre mesi:
cardura 2 mg la mattina
Telefil 2,5 mg la sera

Ho letto che la associazione delle due molecole è sconsigliata perchè puo' potenziare effetto ipertensivo.

Che ne pensa, vale anche a questi dosaggi?

Grazie ancora.
[#5]
dopo
Utente
Utente
volevo dire effetto ipotensivo, no ipertensivo
[#6]
Dr. Paolo Piana Urologo 27k 1,3k 15
La doxazosina (Cardura ed altri) ha lo scopo di rilassare il collo della vescica e permettere una minzione più libera. Appartiene alla famiglia degli alfa-litici, di cui è stata uno dei primi prodotti proposti molti anni fa per il trattamento dei disturbi urinari. Come tutti questi farmaci, può contribuire ad abbassare la pressione del sangue, pertanto è consigliabile fare un po' di attenzione se si hanno valori già normalmente bassi. Per questo stesso motivo in gebnere si consiglia di assumerla prima di coricarsi.
Il tadalafil (Telefil ed altri) a pieno dosaggio di 20 mg viene prescritto per sotenere una erezione insufficiente. A basso dosaggio si sfruttano gli effetti che si pensa possa avere sulle basse vie urinarie in grado di migliorare la minzione. Non dovrebbe avere effetti sulla pressione del sangue.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio