Utente 462XXX
Buonasera a tutti . Ho deciso di chiedere consulto in questo sito perché so' di rivolgermi a persone esperte che mi possano dare (se possibile) risposte adeguate al mio problema. Sto con una ragazza da un mese circa e tutto va alla grandissima apparte un unico problema; abbiamo avuto rapporti sessuali 4 volte e tutte le volte sono venuto dopo poche spinte se non addirittura prima della penetrazione. Informandomi su Internet ho capito che ci possono essere principalmente cause psicologiche o fisiologiche . Questo problema mi sta mandando fuori di testa,sono depresso. Immaginate di avere una persona vicino che vi piace tantissimo,con cui non c è nessun problema a livello di conversazione e relazione e non poter viverla serenamente perché l unico grosso problema deriva dalla sfera sessuale e soprattutto da me che non riesco a soddisfare la mia ragazza. Volevi sapere se è un problema risolvibile. La mia paura più grande è perderla per questo ma soprattutto di non riuscire a risolvere il problema definitivamente. Riuscirò a risolvere? Io lo spero con tutto il cuore e sono disposto a metterci tutto l'impegno possibile perché questo problema mi sta portando problemi psicologici che ho paura di non riuscire a gestire ( gia' adesso passo Intere giornate a pensare e a colpevolizzarmi ). Spero di ricevere qualche risposta da persone esperte che mi possano consigliare e aiutare,grazie mille in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le consiglio:
posto comodo con molto tempo a disposizione,
rapporti frequenti,
anticoncezionalità che non sia il profilattico (es. pillola),
adeguata lubrificazione della morosa.
Poi se non cambia allora consulti collega.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
458158

Cancellato nel 2017
Gentile Utente
la condizione in cui sostanzialmente si verifica una "incapacità a controllare il tempo eiaculatorio in modo da soddisfare il/la partner" è definita EIACULAZIONE PRECOCE. Secondo una definizione del 2008 della ISSM (International Society for Sexual Medicine) si tratta di una Disfunzione sessuale maschile caratterizzata da:
1) Ejaculazione che si verifica sempre o quasi prima di circa un minuto dalla penetrazione vaginale
2) Inabilità di ritardare l’ejaculazione in tutte o quasi tutte le penetrazioni vaginali
3) Conseguenze personali negative come stress, frustazioni, evitamento della relazione intima.

La mediana del tempo in cui si verifica, in natura, la eiaculazione intra-vaginale è di 327 secondi = 5 minuti studiata su quasi 500 uomini (J Sex Med 2005; 2: 492-497).

Molte cause sono alla base del disturbo. Oltre a fattori psicologici e relazionali (es. ansia da prestazione), esiste la possibilità (che va esclusa) di infezioni del tratto genitale (es.prostatiti, che incidono in 46-64% dei casi di eiaculazione precoce) e sta emergendo la correlazione tra varicocele, eiaculazione precoce e sintomi di prostatite (J Sex Med 2009; 6:2878).

Tutto ciò, trattandosi di condizioni mediche diagnosticabili, va investigato e in caso trattato.

Cordialmente
Dott. Angelo Tocci
Ginecologo Andrologo Sessuologo

[#3] dopo  
Utente 462XXX

Grazie mille per le risposte molto esaustive e precise. Dovro' sicuramente capire se è un problema fisiologico o psicologico . Volevo porre una domanda: ad aprile sono stato operato di varicocele con controlli positivi post-operazione, può essere collegata in qualche modo a questo problema? Ci sono esercizi da fare per curare l eiaculazione precoce? È soprattutto è risolvibile? Adesso come adesso sto in un momento veramente difficile. Stress frustrazione e imbarazzo ogni volta che si parla di sesso

[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
"Ci sono esercizi da fare per curare l eiaculazione precoce? È soprattutto è risolvibile? "

Caro Ragazzo,
aggiungo qualche nota ed un video, alle indicazioni del dr. Cavallini.

Senza diagnosi non si può parlare di cura - non di semplici esercizi - e di prognosi, che in ogni caso è davvero favorevole vista la sua giovane età e poca esperienza.

Ricapitolando: diagnosi andrò-sessuologica, pazienza, intimità ed eventualmente cura.


https://m.youtube.com/watch?v=NaJ4haffQI0
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Personalmente andrei a farmi visitare. Poi sa di soluzioni ipotetiche è pieno il web
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org