Utente 147XXX
Buongiorno dottori, ho bisogno urgentissimo di un vostro parere ... in tutti i sensi! Sto con il mio compagno, ora marito da 8 anni... sin da subito ho notato che lui aveva parecchi "problemi" psicologici riguardo al suo pene. Con il tempo scoprii che era tutto coperto da pelle e non si riusciva a scoprire il glande ne a riposo tantomeno in erezione, durante i rapporti a volte si formano delle piccole ulcere che portano poi a delle crosticine con dolore e fastidio annesso. Non soffre di eiaculazione precoce però spesso lui prova dolori durante i rapporti i sessuali.... non è uno molto "voglioso" da sempre e mi è venuto il dubbio che sia dovuto proprio a questo pene "strano"... che poi tanto strano non è... mi sono documentata e da pochi giorni ho scoperto che esiste la fimosi, presuppongo lui abbia quella serrata.avendo già avuto un tumore al testicolo mi sono orecchio preoccupata e ho cominciato a pormi parecchie domande. Può una fimosi portare ad infertilità? È lui che sminuisce il fastidio ed il dolore prova o è davvero così?Può essere causa di poca voglia di avere rapporti (anche se lui dice che non c'entra tanto) ? Io mi sento avvilita perché si vergogna di tutto, nonostante gli 8 anni assieme... lo sto convincendo a farsi vedere il prima possibile da un andrologo-urologo perché ho letto che può venire il cancro al pene. Potete rispondere alle mie domande? Sono davvero in ansia per mio marito e per quello che ne sarà di noi... grazie...

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.le utente

alla luce dei dati che ci riporta è indispensabile una visita specialistica per chiarire se trattasi di una fimosi serrata e quindi per consigliavi all'intervento di circoncisione e inoltre per valutare quali esami eseguire per valutare sia la fertilità che la sessualità di suo marito soprattutto in considerazione dell'orchiectomia.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it