Utente 435XXX
Buongiorno a tutti,

Sono un uomo di 31 anni con una regolare attività sessuale. Da qualche mese ho una nuova partner: la relazione va, sia dal punto di vista affettivo che sessuale, molto bene: sono molto attratto da lei e lei lo è a sua volta.
Lei in genere impiega molto tempo per raggiungere l'orgasmo, e non lo raggiunge ogni volta. Nelle ultime settimane capita di frequente che ad un certo punto io interrompa il rapporto quando lei si rende conto che "non sta venendo", per poi riprenderlo in seguito. A me non pesa: una parte importante della mia gratificazione sessuale passa anche dal suo piacere. Altre volte capita che sia necessaria una penetrazione che duri molto (anche 30 minuti) per favorire il suo orgasmo.

Vi pongo queste domande: dal punto di vista dell'organismo, può essere dannoso fare sempre questa pratica (interrompere la penetrazione senza eiaculare per poi riprendere il giorno dopo o qualche ora dopo? ci sono controindicazioni?).

Esiste una pomata "da banco", acquistabile senza prescrizione, che si può applicare sul glande (alcune volte dopo una penetrazione lunga ho degli arrossamenti e dei bruciori? Quali consigliereste?

In ultimo, una curiosità "biologica": la seconda erezione (praticata dopo qualche ora o un giorno dopo alla prima, senza che la prima abbia portato all'eiaculazione) è, dal punto di vista della durezza e della vigoria, paragonabile alla prima (dal punto di vista scientifico, e al netto delle infinite specificità di ogni soggetto), o cmq dopo una prima penetrazione che dura molto, quella successiva è fisiologico che sia un po' più "affaticata"?

Grazie, un caro saluto

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i rapporti occasionali, programmati,non danno la stessa gratificazione di quelli spontanei,propri della convivenza.
Analogamente,tutte le strategie finalizzate ad un prolungamento della erezione e della eiaculazione, sono inutili e potenzialmente dannose per la prostata, nel tempo.Va da se che due erezioni consecutive possano essere diverse l'una dall'altra, come tono erettivo.Infine,non é concesso a noi prescrivere terapia da questa postazione telematica.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 435XXX

Gentile dottore,

Grazie per la sua cortese risposta. In realtà dal punto di vista dell'appagamento la situazione va benissimo: il fatto di "applicarmi" per dare piacere mi provoca, a sua volta, molto piacere e molta gratificazione.

Mi domandavo "soltanto" se interrompere l'erezione poco prima dell'eiaculazione fosse pericoloso per la salute, tutto qui.

Quanto alla pomata, ovviamente non chiedevo una diagnosi né una prescrizione. Chiedevo soltanto se esistono prodotti indicati per "rossori e piccole irritazioni" dovute all'eccessivo sfregamento.

Grazie, buona serata

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...mi sembra di averle risposte in merito.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it