Leggeri dolori al pene

Salve dottori
Premetto che un mesetto fa avevo già fatto una domanda riguardante i problemi di erezione da cui ero afflitto di sicura causa psicologica. E infatti da un paio di settimane mi sto frequentando con una ragazza con cui ho avuto già un paio di rapporti e sembra che i problemi siano molto meno evidenti di quanto pensassi. Il problema è che nell' ultimo rapporto ( 3 giorni fa) la ragazza per farmi eiaculare, mi ha effettuato una masturbazione abbastanza energica e veloce... e da qui è che per 2 giorni ho avuto il pene un po indolensito sulla parte superiore sinistra, subito sotto il glande ( ma sembrava più un fastidio cutaneo), fatto sta che adesso faccio leggermente più fatica nel masturbarmi ed arrivare ad un erezione massima ( cui arrivo ma con più fatica, forse non so... perchè ci penso troppo). Può una masturbazione energica creare danni a livello funzionale dell' erezione, o è solo che mi faccio troppi problemi ? Volevo aggiungere per essere più specifico, che non ho sentito nessun tipo di dolore mentre mi praticava la masturbazione, e che comunque oggi il dolore non c'è. Grazie in anticipo per le risposte.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

"una masturbazione energica", senza traumi evidenti, non può "creare danni a livello funzionale dell' erezione" e quindi bisogna forse pensare che "è solo che si fa troppi problemi".

Detto questo ora però è bene risentire in diretta sempre il suo andrologo di riferimento

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore.. quindi lei esclude al 100% un problema organico? .. anche perchè non ho nessun trauma evidente a livello visivo e non ho più dolore.
Lei intende che devo sentire il mio andrologo per questo motivo o per controlli di routine?
Grazie
[#3]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore.. volevo aggiornare la situazione. Ho avuto una altro rapporto con la mia ragazza ma questa volta è stato un disastro.. il pene mi si è alzato parzialmente solo all'inizio, ma poi ho perso l'erezione e non mi si più eretto per tutto il rapporto... forse perchè ero troppo concentrato a monitorarlo. Il problema che poi ho provato a masturbarmi 2 volte con intervalli di 2 orette (senza sentire lo stimolo di volermi masturbare), e facevo sempre fatica a raggiungere un erezione adeguata; fino ad oggi che addirittura nel masturbarmi ho eiaculato senza avere un erezione.. Da che può essere dovuto? ho una ansia pazzesca. Possibile che mi è venuto un deficit erettile?Il fatto di aver eiaculato senza erezione mi deve far preoccupare?
[#4]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

sta entrando in un tunnel di ansie e paure inutili ed incontrollate.

Senta ora in diretta il suo andrologo e, se da lui indicato, anche un esperto psicologo.

Un cordiale saluto.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore... mo ho paura che essendomi masturbato dopo il rapporto 2 volte, e la terza il giorno dopo con eiaculazione senza erezione, posso aver creato un danno ai corpi cavernosi del pene, creandomi un deficit totale. Me lo sento molto più floscio e non si alza più. Lei esclude a priori cause fisiche?
[#6]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
A priori non escudo mai nulla, senza una valutazione clinica diretta!
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno la volevo aggiornare... son andato dal medico di famiglia e lui esclude al 100% che possa la masturbazione avermi creato un deficit da un giorno all'altro... mentre sono andato anche dal sessuologo ( da cui ci andavo già da tempo) e idem anche lui esclude un danno fisico.. inoltre secondo lui è inutile che io vada a spendere denaro e tempo per una visita da un andrologo-urologo, perchè a parer suo conoscendomi come persona il mio è un deficit a livello psicologico su cui bisogna lavorare... anche basandosi sulle sue esperienze con altri pazienti; tuttavia io non mi sento tranquillo ( anche se la scorsa mattina ho avuto una leggera erezione mattutina), e questo problema mi sta togliendo le forze per concentrarmi sull'università e gli altri impegni. Per lei qual è la cosa migliore da fare, e se ci sono esami efficaci al 100% ( perchè ho sentito l ecodoppler dinamico può certe volte non essere non veritiero.... l 'unico esame più attendibile secondo il sessuologo è quello del regiscan che valuta l'erezioni notturne) che potrebbero darmi la sicurezza di avere solo un problema a livello mentale. Grazie
[#8]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Certo, se è normale, una valutazione fatta con il Rigiscan può escludere un problema organico ma non pochi sono i falsi positivi quando cioè non ci sono erezioni notturne durante il test.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore ho altri aggiornamenti.
Allora ho prenotato una visita Andrologica-Urologica per il 30 di gennaio, e intanto questo giovedì devo effetturare un Ecografia prostatica T.R. e ecografia vescicale con residuo post minzionale + ecografia peniena.. questo perchè ho letto che possibili problemi alla prostata possono andare a influire sull'erezione. Mi sembra strano che potrei avere un problema simile a 24 anni. Altra cosa che ho notato da qualche giorno è che il pene allo stato flaccido è molto più molle di prima (soprattutto da seduto e sdraiato, mentre in piedi diciamo che torna ad una consistenza normale).. Da che è dovuto?... per quanto riguarda le erezione capita qualche mattutina, ma le sento poco consistenti, mentre stando con la ragazza sento una leggera reattività; per quanto riguarda la masturbazione ho sempre lo stesso problema che le ho scritto già l altra volta. Secondo lei dovrei accellerare i tempi per la visita? Non vorrei che la situazione nell' arco di 2 settimane possa ancora peggiorare
[#10]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Faccia le indagini indicatele e poi senta il suo andrologo di riferimento.

Fatto il tutto ci riaggiorni, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.
[#11]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore. Ho risolto il problema... era solo psicologico. Mi sento molto sollevato. Saluti e grazie.
[#12]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Bene!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio