Utente 483XXX
Gentili Dottori Vi saluto ringraziandovi anticipatamente per il servizio qui offerto.

Mio marito ha accusato un fastidio al testicolo sinistro per diversi giorni; dalla visita con andrologo è stata rilevata un'infiammazione dell'epididimo (e gli è stata somministrata la tachipirina 1000 per 2 volte al giorno per 3 giorni. Al momento è anche in cura con un antimicotico per un fungo rilevato al piede).
Non avendo mai sofferto di dolori a urinare nè di perdite di muco il dottore sostiene si possa trattare di un'infiammazione causata da batteri.

Io e mio marito stiamo avendo rapporti non protetti completi da due mesi, volendo cercare di avere un figlio; per alcuni mesi precedenti abbiamo avuto rapporti non protetti ma non completi mentre per 9 anni abbiamo avuto sempre rapporti solo con il profilattico.
Ne io ne lui abbiamo avuto rapporti con altre persone in questi anni, con il partner precedente 9 anni fa, è stato anche in quel caso usato il preservativo.

La mia domanda ė se potremmo essere infetti da malattie sessualmente trasmissibili, dato che l'infiammazione all'epididimo sembra essere causata da un batterio, e che se è presente in lui probabilmente potrei essere infetta anche io; in particolare mi spaventa la clamidia, che potrebbe comportare problemi nella ricerca di una gravidanza.
Io ho eseguito un pap-test 2 anni fa ed era tutto a posto, ma allora non avevo mai avuto rapporti senza profilattico.
Ora sono spaventata dal fatto di non aver fatto controlli sulle diverse malattie sessualmente trasmissibili prima di abbandonare l'uso del profilattico.
E vorrei chiedervi se è il caso che faccia dei controlli mirati anche io oppure no dato che credo che con la condotta sessuale avuta fino ad ora non ci siano molti rischi, ma vi sono sempre delle eccezioni. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,in caso di fenomeni infiammatori a carico di un partner della coppia,é necessario che entrambi siano indagati al fine di porre una diagnosi a 360 gradi e di evitare il fenomeno del ping-pong.In prima istanza,eseguirei uno spermiogramma con coltura ed un pap test.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it