Utente 494XXX
Salve, è la prima volta che chiedo consulti su questa piattaforma, spinto proprio dal problema che mi si è presentato a parte da quasi tre mesi fa.
Tre mesi fa ho avuto il mio primo rapporto sessuale con una ragazza, che ho frequentato fino ad ora, più grande di me e con molta più esperienza di me. In quella occasione, già notai i primi sintomi di difficoltà erettile ma mi concentrai sul fatto che forse essendo la mia prima volta poteva essere dovuto a un fattore psicologico. Con il tempo il problema però non pare essersi risolto, sopratutto per i primi due mesi, continuavo ad avere difficoltà dell'erezione e quando finalmente arrivava non duravo più di due minuti. Ancora per due mesi ho pensato che si trattasse di un problema psicologico dato che ero sempre preoccupato che lei volesse di più e abbiamo litigato più volte per questo, pensavo che i miei problemi erano dovuti alle mie preoccupazioni psichiche. Con il passare del tempo pero soprattutto nelle ultime due settimane le cose sembravano andare meglio, l'erezione era più veloce anche se non immediata e riuscivo a durare qualche minuto in più, e ho iniziato a pensare che il problema si stesse risolvendo da solo e che quindi veramente era solo un problema psicologico. Però adesso il problema si è ripresentato cosi come nei primi mesi e ho iniziato a spaventarmi, non so se è tanto un fattore psicologico, però adesso oltre al problema fisico ho anche ansia nel farlo per paura che succeda di nuovo. Questo problema ha causato la rottura dei rapporti con la mia ragazza e vorrei capire se si tratta di un problema reale e come posso risolverlo. Queste difficoltà sono accompagnate da un grande calo della libido, non ho più tutta la voglia che avevo prima adesso solo in casi rari ho tanta voglia di consumare un rapporto. Grazie mille per l'ascolto.

P.S.: Sono fumatore incallito da 5 anni e per un periodo mi sono spaventato che fosse questo il mio problema, ma l'erezione non è assente completamente è molto tardiva spesso anche dopo 10 minuti e in alcuni casi quasi assente, per poi durare poco.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

è giunto il momento di sentire ora in diretta un bravo ed esperto andrologo; solo così si potranno chiarire i termini del suo problema ed impostare una diagnosi mirata e corretta.

Nel frattempo smetta di fumare e si legga anche questi articoli sempre pubblicati sul nostro sito:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2459-deficit-erettivi-fumo-sigaretta.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com